Archivi per la categoria ‘Recensioni’

Ho scambiato da qualche giorno il mio mate 10 pro alla pari con uno Xiaomi MI9T 6/128GB incuriosito soprattutto dagli ottimi commenti letti su questo modello nei vari canali tecnologici del settore.
Anticipo subito che si tratta di uno smartphone di fascia medio-alta con un ottimo rapporto qualità/prezzo senza tanti compromessi in nessun comparto. Sicuramente un dispositivo da prendere in considerazione. Ecco la mia recensione:

Hardware e Qualità costruttiva: voto 8,5.
Mi9T ha una costruzione ed un assemblaggio eccellente, il frame metallico lucido della mia versione blue trova continuità con una backcover di vetro curvo con effetti di luce e colore cangianti che lo rendono molto riconoscibile, anche se per alcuni può essere al limite della esagerazione. Il processore è un ottimo Snapdragon 730 octa core da 2,2 GHz con GPU Adreno 618. Abbiamo poi 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna che sono una dotazione senza compromessi. Dispone di connettività LTE a 400 Mbps, Wi-Fi di tipo ac, Bluetooth 5.0, NFC, jack cuffie da 3,5mm e radio FM. Lo speaker singolo sul fondo del telefono ha una resa discreta, si tappa facilmente impugnandolo con la mano in modalità orizzontale quindi capita di silenziarlo involontariamente.
Leggi il resto di questo articolo »

Ho avuto modo di provare la nuova versione di GoodNotes 5, una delle app di riferimento nel mondo ipad per prendere appunti con la penna. Abbiamo già scritto una recensione completa di GoodNotes (versione 4) in un altro articolo che vi invito a leggere in quanto oggi approfondiremo solo le novità rispetto alla versione 4.

Area di Lavoro e categorizzazione taccuini (Voto: 9)

L’area di lavoro iniziale in cui sono presenti e catalogati i nostri taccuini ha visto l’introduzione di diverse novità: per prima cosa diciamo che l’organizzazione dei taccuini è simile ad una vista di file con cartelle e sottocartelle senza limiti di profondità, questo ci permette di organizzare meglio ed in modo più professionale i nostri archivi rispetto alla versione precedente. La tipologia di oggetti che possiamo creare nel nostro archivio è diventata molteplice: oltre ai taccuini e alle cartelle possiamo salvare anche immagini, documenti pdf, ecc. Possiamo assegnare i nostri preferiti e rivederli nella sezione dedicata oppure effettuare delle ricerche all’interno di tutto lo spazio di lavoro ed i documenti (sia che siano scritti a mano piuttosto che in formato testo vettoriale o import di documenti pdf, ecc). Segnaliamo anche l’introduzione della funzionalità QuickNote che ci permette di creare “al volo” una nuova nota senza dover preparare il layout. Ottima la possibilità di avere disponibili più documenti contemporaneamente con l’introduzione delle tab oltre che la possibilità di avere la funzione split screen che consente di visualizzare 2 taccuini affiancati sullo stesso schermo.
Leggi il resto di questo articolo »

Pocophone F1 è uno smartophone uscito da qualche mese sul mercato: è il risultato di una nuova società collegata a Xiaomi. Sulla scia di Oneplus l’obbiettivo è quello di portare sul mercato un telefono top gamma ad un prezzo aggressivo. Nel momento in cui scrivo questa recensione è possibile portarselo a casa per circa 250-300 euro negli shop online, prezzo veramente incredibile se pensiamo a quello che c’è sotto la scocca. L’operazione è senz’altro riuscita, siamo di fronte ad un best buy con un solo compromesso: il display.

Hardware e Qualità costruttiva: voto 8,0.
Pocophone F1 ha una costruzione solida, è stata scelta la backcover in policarbonato ma con linea essenziale ed elegante. Cornici frontali un pò più spesse della media ma con linea gradevole e fortemente arrotondata. E’ molto comodo e maneggevole. Il notch purtroppo è molto ingombrante, un pò in linea con altri prodotti xiaomi. A spingere il tutto è presente un fantastico  Snapdragon 845 con 6GB di Ram e 64GB di memoria interna UFS 2.1 (esiste anche la versione da 128GB). Schermo fullhd plus da 6,2″ IPS, Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0, LTE con banda 2, dual SIM (entrambe in 4G contemporaneamente), si può inserire anche una microsd per espandere la memoria interna. Presente jack da 3,5mm. Infine batteria da ben 4000mAh. Le dimensioni sono 155,5 x 75,3 x 8,8 mm e pesa 180gr. Leggi il resto di questo articolo »

E’ uno degli smartphone del momento, potenziale bestbuy nella fascia mediobassa di mercato, sarà un degno sostituto del suo affermato predecessore Redmi Note 5? Diciamo di sì, lo è, non c’è un salto tecnologico netto però questo smartphone mi è piaciuto molto per la maggior parte dei suoi aspetti, tranne forse l’ottimizzazione software su cui si deve ancora lavorare.

Hardware e Qualità costruttiva: voto 8,0.
RM6Pro ha una costruzione solida e con stille classico xiaomi: scocca posteriore metallica, fotocamera a semaforo, profilo plastico, sul frontale vetro con cornici abbastanza ridotte e grande notch per ospitare la doppia fotocamera anteriore. L’ergonomia è buona considerando le dimensioni del telefono che sono notevoli. La scocca posteriore si difende abbastanza bene dalle ditate e presenta un buon grip.
Sotto la scossa troviamo lo snapdragon 636 che arriva sui 110.000 punti in Antutu Benchmark, una combinazione di memoria di 3/32 o 4/64 (quella interna è una memoria emmc), schermo fullhd plus, Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0, LTE fino a 600 Mbps, dual SIM (entrambe in 4G contemporaneamente), sacrificando una sim si può inserire una microsd. Presente jack da 3,5mm e radio FM. Infine batteria da ben 4000mAh. Le dimensioni sono 157.9 x 76.4 x 8.2 mm e pesa 181gr. Leggi il resto di questo articolo »

Non avrei mai creduto di scrivere un articolo con questo titolo… invece ho scoperto di recente Fiverr, una piattaforma dedicata al lavoro freelance che consente a chiunque di vendere i propri servizi e le proprie abilità attraverso l’incrocio di domanda e offerta. Fiverr non è altro che un grande marketplace, molto diffuso soprattutto negli Stati Uniti (ma in espansione ovunque), dove è possibile acquistare e vendere qualsiasi cosa.
Su questo sito possiamo quindi accedere ad una moltitudine di gigs, così si chiamano i servizi in vendita su Fiverr, il cui valore minimo parte da 5$. Chiunque può iscriversi ed offrire i propri servizi, anche senza avere alcuna qualifica od aver comprovato il suo livello professionale, saranno i feedback ricevuti dagli acquirenti dei suoi servizi a valutare il suo operato e a renderlo pertanto consigliabile ad altri ed a farlo apparire in testa al motore di ricerca in quella determinata categoria.

Troviamo pertanto persone che vendono servizi di traduzione da e verso qualsiasi lingua, esperti di videoediting che propongono di creare per nostro conto dei video d’effetto partendo dalle registrazioni fatte durante le nostre vacanze, consulenti aziendali, esperti di marketing che vi aiuteranno a presentare la vostra azienda sui social network, grafici che propongo di disegnare il logo del vostro sito web, ma anche esperti nella scrittura di curriculum vitae, ecc. Leggi il resto di questo articolo »

ProcreateProcreate è una della applicazioni per grafica creativa di riferimento nel mondo di Ipad.
Permette di assistere il disegnatore con una serie ricchissima di strumenti uniti ad una gestione di layer multivello. Col tempo questo software ha avuto la capacità di arricchirsi sempre di più con nuove funzioni e con la riprogettazione in chiave più moderna di alcuni concetti. Ad oggi è il punto di riferimento per ogni disegnatore professionale.
La prova che ho fatto è con Procreate versione 4.1.3. Ringrazio il supporto per avermi concesso una copia del software per questa recensione.
Appena aperto Procreate ci propone una gallery in cui sono disponibili le nostre creazioni recenti, possiamo decidere di aprire una di queste con un tap oppure di trascinarne una sull’altra per la creazione di folder, naturalmente possiamo decidere di partire da un progetto vuoto o con l’import di foto già presenti nel nostro dispositivo o nel cloud che diventeranno la base del nostro lavoro.
Dopo aver scelto la risoluzione del  progetto accediamo all’area di lavoro.

Procreate - Gallery

L’interfaccia di Procreate se presenta in modo elegante e semplificato, ecco gli strumenti principali raggiungibili direttamente: Leggi il resto di questo articolo »

Prendiamo in esame oggi nella rassegna di applicazioni di scrittura (note taking) per Ipad un altro grande protagonista: NoteShelf 2
NotesShelf 2 (che valutiamo in versione 3.0.4) è anch’essa un’applicazione presente sul mercato da molto tempo che ha goduto di notevoli miglioramenti negli ultimi mesi.
Ringrazio il supporto Fluid Touch Pte. Ltd. per avermi fornito un codice coupon per scaricare l’applicazione e provarla per questa recensione.
Dopo le recensioni già fatte a GoodNotes 4, Notability e Notes Plus ho già visto tutto il meglio che c’è attualmente in commercio, sono pertanto molto curioso di vedere a che livello si piazza NoteShelf in questa comparazione.
La mia prova avviene su un Ipad 2018 con Apple Pencil.

 

Leggi il resto di questo articolo »

Ecco una funzione molto interessante e forse seminascosta di youtube: è possibile ascoltare l’audio di Youtube in background con schermo spento. Questa funzionalità sappiamo essere stata introdotta recentemente nella nuova versione Youtube Premium a pagamento ma è facilmente ottenibile anche gratuitamente con la procedura che spiegherò:

Per prima cosa è necessario utilizzare sul vostro Android il browser Chrome: da questo si deve navigare sulla pagina di Youtube e dal menù opzioni in alto a dx selezionare “sito Desktop”. Chrome ricaricherà la pagina Youtube in formato desktop, a questo punto è sufficiente scegliere il video che vogliamo “ascoltare” in streaming mandandolo in play.

Il gioco è quasi fatto, ora premiamo il tasto home per uscire da Chrome, scorriamo verso il basso per aprire la barra delle notifiche di sistema e noteremo che è presente il widget di controllo di riproduzione del video (in pausa), da qui possiamo rimandarlo in esecuzione e godere della musica o audio che sia anche in background come un podcast. Possiamo quindi continuare ad usare il nostro smartphone con altre applicazioni oppure spegnere il display del dispositivo per essere completamente liberi di ascoltare i nostri contenuti preferiti senza la scomodità del display acceso e consumi elevati di batteria oltre che l’impaccio di non poterlo tenere in tasca in quelle condizioni.
Su Iphone e IOS in genere si può seguire una procedura del tutto analoga con Dolphin Browser ed usando i comandi di riproduzione dal control center.

 

Il terzo capitolo sulle app di scrittura note per Ipad con Apple Pencil prendiamo in esame Notes Plus.
Notes Plus (che valutiamo in versione 5.4.2) è un’altra applicazione di riferimento, esiste e viene migliorata da diversi anni, offre anch’essa alcune caratteristiche esclusive che la differenziano dalle altre applicazioni già recensite e per questo merita attenzione poichè potrebbe essere proprio quella che fa al caso vostro.
Ringrazio il supporto per avermi fornito un codice coupon per scaricare l’applicazione e provarla per questa recensione.
Incominciamo seguendo la solita suddivisione degli argomenti:

 

Leggi il resto di questo articolo »

In questo secondo articolo dedicato ai migliori programmi di scrittura di note su Ipad parliamo di un’altra applicazione di riferimento nello scenario IOS: Notability (versione 8.1) di Gingerlabs. In questo caso non ringrazio il supporto Gingerlabs perchè non mi ha concesso una licenza per la recensione (ricordo che il supporto di GoodNotes e Notes Plus mi hanno gentilmente dato un coupon), pertanto ho proceduto al suo acquisto regolare.

Ero molto curioso di provare questa app, Notability è il software più diffuso per la raccolta di Note, ampiamente usato nel mondo della scuola e dell’università per le sue caratteristiche peculiari che adesso andremo insieme ad analizzare. Suddivido sempre la recensione nel modo impostato nell’articolo precedente per consentire facili paragoni.

Leggi il resto di questo articolo »

goodnotes4 logoHo voluto cercare fra le molte App presenti sullo store quale fosse la migliore per prendere appunti sul mio nuovo Ipad 2018 dotato di Apple Pencil.
Mi sono dapprima documentato in rete per capire quali fossero le migliori soluzioni disponibili ed ho poi deciso di concentrarmi sui programmi più diffusi e famosi, volevo capire quale fosse il migliore per il mio tipo di utilizzo. Ne ho provati diversi, fra i più rilevanti e famosi cito: GoodNotes 4, Notability, NoteShelf 2, Notes Plus, OneNote e Google Keep.
Oggi parlerò di GoodNotes 4 (versione 4.12.15), applicazione che da anni domina la scena di questa categoria.
Ringrazio il supporto della Time Base Technology Limited per avermi concesso un coupon per una licenza gratuita del prodotto per fare questa recensione. Cercherò di dividere la mia analisi in sezioni in modo da trattare al meglio tutti gli aspetti principali per questo tipo di applicazione. Leggi il resto di questo articolo »

xiaomi-mi-a1-dual-simHo usato per una settimana il nuovo Xiaomi MI A1, primo terminale Google One di questo produttore. Andiamo a vedere le mie impressioni:

Hardware e Qualità costruttiva: voto 8,5.
Mi A1 è costruito ottimamente, materiali premium che ricordano molto il OnePlus 5, scocca unibody metallica verniciata con dei profili sotto cui si nascondono le antenne, display protetto da Coning Gorilla Glass 2.5D sufficientemente oleofobico. Sensazione di solidità e buon assemblaggio. E’ presente connettore usb Type C e jack per le cuffie, inoltre non manca come da tradizione xiaomi il controllo ad infrarossi. Il led di notifica è solo a luce bianca, i tasti frontali a sfioramento presentano ancora disegni datati.
Abbiamo una fotocamera principale da 12 Mpixel F2.2 con dual flash led. La fotocamera frontale è da 5 Mpixel. Leggi il resto di questo articolo »

BB_Z10_black_002s.jpg76d90d85-e135-4616-b874-fa98960533cfLargeVisto che il top gamma Blackberry di anno scorso ha raggiunto un prezzo ridicolo (si trova sui 200€) ho voluto provarlo in queste settimane anche alla luce degli ultimi aggiornamenti del Blackberry OS arrivato alla  versione 10.2:

Hardware e Qualità costruttiva: voto 9.
Lo Z10 di Blackberry è uno smartphone veramente bello! Ottima qualità costruttiva, linea business elegante, un pò pesantino ma in mano dà una buona sensazione: la sensazione di avere un oggetto pregiato. La zigrinatura della backcover gli conferisce un buon grip ed il logo Blackberry stampato su di essa dà un ulteriore tocco di eleganza. A mio parere la versione nera è la colorazione più riuscita.
Il display è fatto di un vetro antigraffio, trova posizione in esso una fotocamera frontale da 2 Mpixel oltre al Led di stato, la capsula auricolare ed i sensori di luminosità e prossimità. Sul fianco sinistro troviamo la solita micro USB ed una micro HDMI mentre sul lato destro sono presenti il bilanciere del volume che ha anche un tasto centrale per invocare i comandi vocali.
L’hardware a bordo di Z10 è di buon livello, pur non essendo paragonabile ai top gamma attuali il sistema BB si dimostra comunque ben ottimizzato risultando sempre molto fluido e reattivo. Leggi il resto di questo articolo »

2Il secondo smartwatch che ho provato in queste settimane è Samsung Galaxy Gear, prodotto dal colosso coreano si presenta sulla carta con un potenziale molto elevato rispetto a tutta la concorrenza (è di fatto un vero device android completo con tanto di fotocamera e funzionalità vocali/telefoniche), per il momento Samsung non ha però ancora esteso la sua compatibilità dello smartwatch se non hai top gamma Galaxy, motivo per il quale non sta vendendo ancora come sperato. Leggi il resto di questo articolo »

pebble-watchVisto che è la moda di questo periodo ho deciso di provare una paio di smartwatch: il Pebble Watch ed il Samsung Galaxy Gear. In questa recensione incominciamo con il Pebble: il Pebble, nato da una kickstarter anno scorso, è forse lo smartwatch più diffuso attualmente, sicuramente il più di moda. E’ compatibile con qualsiasi terminale Android ed Iphone  (esiste anche un’applicazione non ufficiale per Windows Phone 8). Purtroppo non viene distribuito ufficialmente in Italia ma si può acquistare facilmente sul sito americano del produttore che spedisce in tutto il mondo. Leggi il resto di questo articolo »

y300Ho avuto modo di provare uno smartphone Android sotto i 100€: si tratta di Huawei Ascend Y300, un dispostivo che sta riscuotendo un discreto successo nella categoria entry level in questi ultimi mesi. Y300 infatti si presenta come un terminale senza troppi compromessi che può accontentare una buona fetta di utenti. vediamo insieme la recensione: Leggi il resto di questo articolo »