In questo secondo articolo dedicato ai migliori programmi di scrittura di note su Ipad parliamo di un’altra applicazione di riferimento nello scenario IOS: Notability (versione 8.1) di Gingerlabs. In questo caso non ringrazio il supporto Gingerlabs perchè non mi ha concesso una licenza per la recensione (ricordo che il supporto di GoodNotes e Notes Plus mi hanno gentilmente dato un coupon), pertanto ho proceduto al suo acquisto regolare.

Ero molto curioso di provare questa app, Notability è il software più diffuso per la raccolta di Note, ampiamente usato nel mondo della scuola e dell’università per le sue caratteristiche peculiari che adesso andremo insieme ad analizzare. Suddivido sempre la recensione nel modo impostato nell’articolo precedente per consentire facili paragoni.


Area di Lavoro e categorizzazione taccuini (Voto: 8)

All’apertura Notability si presenta con una scrivania dal look più sobrio e professionale rispetto alla competizione, invece di rappresentare graficamente i vari taccuini in forma fumettosa e configurabile presenta nella parte sinistra l’elenco testuale dei divisori e degli argomenti. Essi altro non sono che il modo in cui Notability gestisce ed archivia gerarchicamente i suoi taccuini: gli argomenti sono dei contenitori di taccuini mentre i divisori permettono di raggruppare più argomenti per rendere più semplificata e pulita la raccolta (si possono collassare ed esplodere), selezionando un argomento nella parte destra dell’interfaccia verranno visualizzate le anteprime dei taccuini in esso contenuti. E’ possibile scegliere un tema (combinazione di colori) da associare all’interfaccia: sono disponibili un tema chiaro ed uno scuro (quest’ultimo è quello che preferisco), se volete impostare altri colori dovrete procedere all’acquisto di temi a pagamento (2,29€ ciascuno). Ammetto che questo tipo di layout può risultare più funzionale rispetto a GoodNotes anche se per contro non è molto attraente: personalmente preferivo la possiblità di scegliere la grafica delle copertine dei miei taccuini potendo usare vari template pronti e potendola anche modificare. Anche le tipologie di carta disponibili sono ben poche rispetto agli altri concorrenti (GoodNotes 4, Noteshelf 2, Notes Plus vincono a mani basse). In ogni caso questa soluzione di layout è efficace e veloce nella gestione e rapida consultazione dei propri contenuti.

8+

 


Edting di base e feeling di scrittura (Voto: 8,5)

La fase di scrittura sul taccuino (o quaderno come vogliamo chiamarlo) di Notability è ottima, gli strumenti di base essenziali sono disponibili sulla barra strumenti in alto alla finestra di editing, prendiamo la penna e si parte: la scrittura appare veloce e convincente, pochissimo lag fra il tratto della mia apple pencil e l’inchisotro virtuale a schermo, anche per Notability quindi ottima vettorizzazione del tratto e velocità di scrittura. Le pagine si susseguono con flusso verticale pertanto per chi prende appunti e vuole dare continuità alla sua scrittura vedendo anche la porzione finale del foglio precedente ciò è possibile. Per chi diceva che Notability ha una velocità e un tratto imbattibili dico che nonostante il risultato sia ottimo è assolutamente equivalente a quello dell’ultima versione di GoodNotes 4. Possiamo scegliere grossezza del tratto e colore ma non il tipo di penna, lo strumento evidenziatore non mi piace affatto perchè ha un effetto coprente rispetto all’inchiostro della nostra scrittura a differenza delle altre app (ne potete vedere un esempio nella foto qui sotto dove lo ho paragonato con GoodNotes 4). Anche lo strumento gomma ha un comportamento un pò particolare cancella l’intero tratto e non solo la porzione sotto la gomma, risulta quindi più veloce per cancellazioni estese ma meno utile per le rifiniture. Bene nel pan e zoom sulla pagina. Possibilità di inserire immagini prelevandole dalla galleria/fotocamera o dal web attraverso il browser integrato direttamente nell’applicazione, io comunque preferisco affiancare in multitasking Safari e “trascinare” le foto di mio interesse direttamente dalla pagina web all’interno del mio quaderno su Notability. E’ presente la possibilità di inserire ovviamente caselle di testo e figure geometriche, queste ultime attraverso un editor indipendente un pò scomodo e non direttamente sul foglio.


Funzionalità avanzate (Voto: 9,5)

Nelle funzionalità avanzate Notability raggiunge i suoi massimi livelli rispetto alla concorrenza, Permette innanzi tutto un ottimo riconoscimento OCR del testo scritto a mano, basta inquadrare la porzione di testo con lo strumento forbice e tapparci sopra per avere la funzione di conversione, viene addirittura data la possibilità di sostituire al volo il testo scritto con una testbox contenente la sua conversione. Il livello accuratezza del riconoscimento della mia scrittura in italiano è ottimo e nettamente superiore a GoodNotes 4 recensito ieri (vedi prima foto qui sotto). Anche la funzionalità di ricerca sul taccuino elabora la scrittura a mano ed evidenzia tutte le occorrenze cercate (vedi la seconda foto qui sotto).

Proseguendo fra le funzionalità avanzate su Notability troviamo il registratore vocale che lavora in modo asincrono rispetto alla scrittura delle note consentendoci ad esempio di registrare una lezione universitaria mentre contemporaneamente prendiamo appunti, in questo tipo di app è un must! (vero GoodNotes che aggiungerai anche tu questa funzione?!). Infine degna di nota anche la possibilità di affiancare due taccuini sulla stessa schermata e lavorare su entrambi contemporaneamente (o semplicemente lavorare su uno dei due potendo consultare l’altro).

Per il momento non saprei cosa chiedere di meglio.


Importazione ed editing documenti PDF (Voto: 8,5)

Notability permette di importare documenti pdf singoli ed anche massivamente (in questo secondo caso crea tanti quaderni quanti sono i documenti, GoodNotes consentiva anche di accodarli in un unico quaderno). E’ possibile effettuare una ricerca testuale sui documenti importati anche se mi sono accorto che sottolinea correttamente la nostra scrittura a mano libera mentre il testo importato dal pdf viene sottolineato male (appare una righina gialla sopra i caratteri invece di una evidenziazione piena). Peccato che le annotazioni fatte sui pdf da altri prodotti, ad esempio con gli strumenti integrati in Adobe Reader non vengano importati out of the box su Notability. E’ necessario un passaggio supplementare in cui si importa il file su Adobe Reader e lo si salva come flatten (unico livello), solo a quel punto si possono reimportare su Notability con la visualizzazione di annotazioni precedenti. Poco male sono dettagli che non pregiudicano l’ottima integrazione documenti garantita.


Giudizio finale e conclusioni  (Voto Complessivo per Goodnotes: 8,5)

Notability è un’altra applicazione perfetta per sfruttare al meglio Ipad e la apple pencil, permette di prendere appunti con una velocità notevole, con le sue funzioni avanzate di registrazione vocale, scrolling verticale continuo e pagine affiancate diventa perfetto soprattutto per gli studenti per prendere appunti a lezione.

Guarda anche la mia recensione di GoodNotes 4

Guarda anche la mia recensione di Notes Plus

Guarda anche la mia recensione di NoteShelf 2

Lascia un Commento