Posts Tagged ‘xbmc’

E’ notizia di questi ultimi giorni che il team che sviluppa il miglior mediacenter di sempre: XBMC sia al lavoro sul porting di questo progetto su piattaforma Android.
Abbiamo più volte parlato di XBMC in questo blog quindi non ci dilungheremo sulle caratteristiche di questo software, la riflessione che vogliamo fare è un’altra: grazie alla disponibilità di minipc Android come l’MK802 a prezzi irrisori (addirittura inferiori ai 50€) sarà finalmente possibile avere un’esperienza di intrattenimento multimediale eccellente con una spesa insignificante.
E’ già disponibile una versione beta di cui allego un video dimostrativo:

Asrock ha messo in bella mostra sul suo sito la nuova versione del suo minipc: ora si chiama Asrock Vision 3D Series.
Si affianca al riuscitissomo Asrock ION 330 HT che abbiamo già recensito qui.
Salta subito all’occhio un design più ricercato con profili arrotondati, spiccano finalmente sulla parte frontale due porte usb ed un lettore di schede di memoria, inoltre sono disponibili sempre frontalmente i connettori audio per collegare al volo ad es. delle cuffie. Il salto di qualità è stato fatto chiaramente sull’hardware, siamo passati dalla piattaforma ION 330 della versione precedente alla famiglia Intel Core i7/i5/i3. La RAM raddoppia arrivando a 4GB, anche la scheda grafica ora è una Geforce GT425M, il disco passa da un 320GB (5400rpm) ad un 500GB(7200rpm), infine vi è un uscita audio ottica 7.1 CH HD con il THX TruStudio Pro.
Secondo me questo è uno dei migliori sistemi utilizzabili come mediacenter in circolazione.

Questo sarà sicuramente l’anno dei mediacenter, nei negozi si stanno moltiplicando le offerte di questi box multimediali da collegare alle recenti tv. Attraverso connessioni HDMI consentono la riproduzione di contenuti multimediali anche in alta definizione. E’ difficile scegliere un prodotto rispetto ad un altro vista la vastità dell’offerta commerciale. Le soluzioni più semplici costano meno di 100€ e consentono la riproduzione di qualsiasi tipo formato audio e video. Personalmente da anni utilizzo con la massima soddisfazione la mia vecchia XBOX (prima versione) con quello che secondo me è in assoluto il miglior software mediacenter esistente: XBMC. Purtroppo con l’affermarsi di contenuti in alta definizione questa soluzione non è adeguata: la potenza della xbox non è sufficente per i filmati HD. Ho quindi deciso di cambiare il sistema, ho scelto uno degli oggetti più interessanti del momento: si tratta dell’Asrock ION 330 HT-BD.
Ecco le caratteristiche dell’oggetto:
* CPU – Intel® Atom™ 330 1.6GHz (Dual core)
* Chipset – NVIDIA® ION™ graphics processor
* Memory – Support DDR2 800MHz, 2 x SO-DIMM slots, default 2GB (2 x 1GB), Maximum up to 4GB*
* VGA – Nvidia® ION™ Graphics, support DX10 / Full HD 1080p (Blu-ray)* playbac
* HDD – 320GB 2.5″ HDD, capable to support RAID 0, 1 by adopting the 2nd 2.5″ HDD
* DVD – BD (Blu-ray Disc) Combo
* I/O – 1 x HDMI, 1 x D-Sub VGA, 6 x USB 2.0, 1 x S/PDIF, 1 x Powered eSATA/USB.
* LAN – Gigabit LAN * Sound – 7.1 Ch HD Audio with DTS
* WiFi – 802.11 b/g/n wireless LAN
* Remote Controller – MCE Remote Controller
* Energy Star 5.0 Level
* Power Unit – 65W/19V Adapter
* Dimension – 195mm(W) x 70mm(H) x 186mm(L)
* Volume (liters) – 2.5L
* Weight – 1.7Kg
L’Asrock non è altro che un minipc silenzioso ed a basso consumo (dai 18 ai 40 watt in base) che si presta molto all’utilizzo come HTPC da salotto. Dispone infatti di uscita video HDMI per il collegamento al mio plasma ed uscita SPDIF ottica per il sintoamplificatore. Presenta inoltre un design compatto ed una superifice nero lucido accattivante.
La versione HT-BD è quella più dotata in quanto rispetto alla versione base integra anche un telecomando infrarossi (compatibile MCE), una scheda wifi 802.11N, ed il lettore Blu Ray. Certo non è la soluzione ideale per tutti in quanto è tutto meno che un prodotto pronto all’uso, arriva infatti senza nessun sistema operativo installato sull’hard disk, sta all’utente scegliere la configurazione migliore. Il mio obbiettivo era quello di utilizzare sempre XBMC (versione 9.11 final) come software mediacenter, fortunatamente esiste una versione per quasi tutte le piattaforme esistenti: Windows, Linux, Mac, XBOX. Ho tentato l’installazione di diversi sistemi operativi alla ricerca della configurazione migliore, ho quindi provato WinXP, Win7, Ubuntu 9.10, XBMC Live (quest’ultima è una distribuzione derivata da Ubuntu preconfigurata per l’utilizzo di XBMC). La scelta finale è ricaduta su XBMC Live che è quasi pronto all’uso dopo l’installazione, le uniche cose che ho dovuto fare sono state l’installazione dei driver CIR per il riconoscimento del telecomando ad infrarossi ed un paio di modifiche alla configurazione di X-Windows per ottenere i migliori risultati con la mia TV Panasonic al plasma (ho dovuto modificare le frequenze delle schermo per abilitare la risoluzione 1920×1080). Ora il sistema dall’accensione si avvia in meno di 30sec e consente l’accensione/spegnimento direttamente da telecomando. è collegato alla rete locale via ethernet, i file multimediali sono disponibili su una NAS, ho provato anche il collegamento via wifi che non è però molto efficente in termini di distanza consentita dall’access point. La portata della scheda wireless è stata una piccola delusione, passando in tecnologia N pensavo di poter guadagnare qualcosa (prima avevo un wireless bridge 802.11G che funzionava benone) invece le cose sono peggiorate portando la connessione al limite della stabilità (per problemi di distanza dall’access point che è in tecnologia B/G/N). Probabilmente la mancanza di un’antenna esterna è la causa principale di questa debolezza del segnale. Per controllare l’asrock utilizzo una tastiera wireless con trackball integrata (trust kb2950, che funziona benissimo e permette anche di interagire col menù iniziale del bios ed il boot manager di grub, non tutte le tastiere lo consentono). Sono abbastanza soddisfatto della situazione attuale, anche se è ancora un cantiere aperto.
Mi sarebbe forse piaciuto poter utilizzare un sistema windows per il fatto che ho più padronanza dell’ambiente ma soprattutto perchè ad oggi su Linux che io sappia non esiste ancora un player di dischi Blu Ray (in effetti ora ho anche Win 7 su una seconda partizione in cui ho installato PowerDVD 9 per riprodurre i BD). Purtroppo però su Windows il software XBMC non supporta l’accelerazione della decodifica video CUDA di NVIDIA, si tratta di un sistema che permette al processore di sgravarsi della decodifica video relegandola alla GPU, solo con questa accelerazione è possibile godere della fluidità necessaria per la riproduzione di file mkv a 1080p che altrimenti l’atom 330 non è in grado di riprodurre adeguatamente, per questo motivo per il momento resto su Linux in cui invece questa accelerazione è implementata (VDPAU). per dovere di cronaca esiste un progetto non ufficiale portato avanti da un singolo sviluppatore che ha modificato XBMC per Windows utilizzando al posto del player di default DSPlayer che supporta l’accelerazione della GPU, risulta però dalle mie prove ancora instabile su WinXp e non funzionante su Win7. XBMC DSPlayer.
novità del 21/09/2010: segnalo che recentemente il software mediacenter XBMC nella sua release dharma (attualmente in beta2) supporta l’accelerazione DXVA2, ciò consente di riprodurre contenuti HD in modo fluido anche su Windows.

Suggerimenti per chi installa Windows:
– è indispensabile installare gli ultimi driver scaricandoli direttamente dal sito NVIDIA, non accontentatevi di quelli forniti su cd.
– non installare alcun codec pack come ho fatto io inizialmente (nel mio caso inizialmente avevo installato vlc e k-lite codec pack) per non riempire il sistema di inutili componenti. I codec standard funzionano solo appoggiandosi alla cpu del sistema, ciò si traduce in filmati HD a scatti su questo sistema.
– installare come player Windows Media Player Classic – Home Cinema che già riproduce in modo fluido qualsiasi contenuto in alta definizione.
– eventualmente, per migliorare ulterioremente la situazione installare i codec CoreAVC (che costano 9$) e sono la soluzione migliore per integrare la decodifica tramite GPU anche con Windows Media Center e gli altri player. Io ho provato ad installarli e li ho utilizzati attraverso il player citato al punto precedente, si nota la maggiore efficenza della decodifica: durante la riproduzione di un filmato 1080p la cpu rimaneva al di sotto del 20% quando precedentemente con MPC-HC era ivece attestata al 50%.

Suggerimenti per chi installa Ubuntu:

Io ho provato ad installare Ubuntu 9.10 karmic Koala, ho aggiornato il sistema ed installato gli ultimi driver nvidia 190, poi ho installato XBMC. Per qualche strano motivo l’accelerazione VDPAU non funziona correttamente (filmati HD non fluidi). Dico “stranamente” perchè invece attraverso XBMC Live tutto gira fluidamente. XBMC Live non è altro che una Ubuntu Karmic ridotta all’osso… Googolando sembra che sia meglio per il momento installare la Ubuntu 9.04 Jaunty che non crea nessun problema.

Suggerimenti per chi installa XBMC Live:
Nella mia attuale configurazione che usa XBMC Live appunto mi piaceva l’idea di avere la possibilità di utilizzare anche un browser internet, ho quindi facilmente installato firefox attraverso apt-get. Il browser si è installato insieme ad un fiume di componenti “dipendenti” ed ha subito funzionato, ho quindi installato anche il plugin flash ed anche qui tutto ok. Dopo queste installazioni tentando di spegnere il mediacenter con il tasto power off del telecomando non si spegne più il pc… ritorna un terminale con la richiesta di login.. anche qui c’è da googolare.. disinstallato firefox tutto ha ricominciato a funzonare. Leggevo di altri con lo stesso problema ma ancora nessuna soluzione. Proverò prossimamente con Opera e vi saprò dire.
Esiste una versione di XBMC Live modificata per l’installazione su sistemi ION Based che dovrebbe risolvere la maggior parte dei problemi con i driver.

il più spettacolare mediacenter esistente oggi è XboxMediaCenter . Questo prodotto nato originariamente per XBOX ha recentemente visto lo sviluppo anche su altre piattaforme, dapprima Linux, poi Mac ed oggi abbiamo anche una versione alpha per Windows . Si tratta di un software molto completo che si integra con le risorse offerte dalla rete attraverso un sistema di script in python. Da seguire con attenzione.

Ecco un prodotto molto interessante: si tratta del POPCORN HOUR A-100 un mediacenter da salotto in grado di riprodurre qualsiasi tipo di formato audio e video (anche il formato .iso). Consente in particolare di riprodurre anche contenuti in HD (ha uscite video component e HDMI), supporta fino alla risoluzione 1080p. Risulta un ottimo alleato per il proprio televisore in alta definizione. L’interfaccia grafica è molto semplice ed intuitiva (non ancora disponibile però in lingua italiana). E’ dotato di connessione ethernet per l’accesso alla propria rete locale, può collegarsi alle network share del vostro pc, oppure fruire di contenuti in streaming o meglio ancora dei dischi NAS. Dispone di 2 porte USB per collegare pen drive oppure dischi esterni. L’aspetto più interessante di questo dispositivo è il fattto che nel software sono disponibili dei servizi quali: client torrent !!! sì sì avete capito bene, questo dispositivo una volta connesso alla rete consente di scaricare dei file torrent da internet senza bisogno di accendere il proprio pc. Tra gli altri servizi disponibili un client per visualizzare i filmati youtube, google video ed altri.

Dimenticavo: al suo interno l’ A-100 consente l’installazione di un disco rigido SATA 3,5″.

ecco il link ad un’ottima recensione del prodotto a cura di MPCClub


E’ sorprendente come la console di casa Microsoft sia potuta diventare lo strumento che utilizzo più spesso in casa! Non per giocare ma come riproduttore multimediale. Se infatti avete una xbox modificata potete tranquillamente installare al posto della dashboard Microsoft un tool veramente fenomenale: XboxMediaCenter. Questo lettore multimediale è altamente personalizzabile, consente di riprodurre qualsiasi cosa: tutti i tipi di filmati (dvd,divx,xvid,mov,ecc.) musica, foto. Consente addirittura di collegarsi alla rete domestica ed accedere alle risorse condivise del proprio PC ma soprattutto di internet. Si apre quindi la possibilità di collegarsi per vedere le previsioni del tempo, le ultime notizie, è possibile installare numerosi plugin (script) che consentono di vedere le tv in streming video, oppure gli ultimi telegiornali. Oggi con una spesa di soli 90euro vi potete comprare la console usata su ebay. Avrete quanto di meglio si possa volere da un Mediacenter. Se invece volete costruire il vostro HTPC su misura comperando i singoli componenti oppure volete semplicemente ridare vita ad un vecchio PC per riutilizzarlo collegato alla tv allora la scelta migliore probabilmente è installare una microdistribuzione linux con sopra un software mediacenter. Date un’occhiata all’ottimo GeexBox


o meglio ancora a Freevo e Mythtv.Questi software mediacenter gestiscono la maggior parte dei sintonizzatori tv collegati al vostro computer, consentono di registrare i programmi preferiti salvandoli direttamente sul disco fisso, possono essere comandati da diversi telecomandi fra quelli collegabili ai PC. Sono oltretutto progetti free continuamente aggiornati. Non cadete nella tentazione di windows media center, queste alternative sono ottime e soprattutto possono trovare ospitalità su hardware molto meno performante. Pensate che gentoox ad es. è disponibile su un livecd di 9MB!!!