Prendiamo in esame oggi nella rassegna di applicazioni di scrittura (note taking) per Ipad un altro grande protagonista: NoteShelf 2
NotesShelf 2 (che valutiamo in versione 3.0.4) è anch’essa un’applicazione presente sul mercato da molto tempo che ha goduto di notevoli miglioramenti negli ultimi mesi.
Ringrazio il supporto Fluid Touch Pte. Ltd. per avermi fornito un codice coupon per scaricare l’applicazione e provarla per questa recensione.
Dopo le recensioni già fatte a GoodNotes 4, Notability e Notes Plus ho già visto tutto il meglio che c’è attualmente in commercio, sono pertanto molto curioso di vedere a che livello si piazza NoteShelf in questa comparazione.
La mia prova avviene su un Ipad 2018 con Apple Pencil.

 


Area di Lavoro e categorizzazione taccuini (Voto: 8,5)

NoteShelf 2 presenta una scrivania di lavoro molto semplice ed essenziale, dà all’utente la possibilità di personalizzare il colore dominante del tema, i taccuini vengono visualizzati con una piccola anteprima della copertina in modo simile a Goodnotes 4, personalmente questo stile mi piace.Per organizzare le nostre informazioni è possibile definire delle “categorie” personalizzate all’interno delle quali possiamo archiviare i nostri taccuini. Il livello gerarchico di archiviazione è pertanto abbastanza limitato, siamo sui livelli di GoodNotes 4 (Notabiliy e soprattutto Notes Plus permettono maggiore flessibilità).
Nella creazione di nuovi taccuini abbiamo ampia possibilità di personalizzare la grafica della copertina potendo scegliere da diversi template pronti all’uso e sia per quanto riguarda il tipo di carta. E’ possibile inoltre arricchire la varietà di grafiche registrandosi gratuitamente sul NoteShelf Club da cui possiamo scaricare numerosissime copertine e stili di carta. C’è inoltre da sottolineare che possiamo anche importare il nostro stile di carta preferito importando un’immagine personale. Il livello di personalizzazione dei taccuini è fra i più completi visti finora.

 

 

 


Edting di base e feeling di scrittura (Voto: 7,5)

L’editing di base sul taccuino è facile ed immediato come d’altronde anche sulle app rivali. Spicca la possibilità di scegliere fra 4 tipi di scrittura diversi (3 penne ed una matita), possiamo ovviamente scegliere la grandezza del tratto ed il colore. E’ inoltre possibile aggiungere ai preferiti gli stili di scrittura più usati, pertanto direi che il livello di personalizzazione è adeguato. Il tratto della matita non è molto convincente, somiglia più a un pennarello esausto che a una matita.

Il feeling di scrittura di NoteShelf 2 è solo discreto, forse è il suo più grande difetto: noto che la reattività nella scrittura non è allo stesso livello di Notability e GoodNotes 4, il tratto è sempre leggermente in ritardo rispetto alla penna. Intendiamoci non è nulla di grave ma io personalmente noto questo microlag. Per essere sicuro di questa debolezza percepita ho provato ad affiancare NS2 a Notabilty e GoodNotes 4 usando le pagine affiancate col multitasking di Ipad, la sensazione è stata confermata dai fatti. Probabilmente l’algoritmo di vettorizzazione del tratto è un pò meno ottimizzato dei suoi competitor. Per il resto NoteShelf 2 convince: abbiamo tutti gli strumenti di base necessari all’editing: penne, evidenziatore (fortunatamente non coprente come su Notability), gomma che lavora con precisione, possibilità di avere l’assistenza nel disegno di forme geometriche (una delle migliori provate), caselle di testo e l’immancabile pannello di zoom per lavorare in modo più preciso su singole zone del foglio, quest’ultimo strumento ha l’utile possibilità di essere parzialmente ridimensionato per andare a coprire porzioni più ampie di pagina rispetto allo standard.

Bene anche lo strumento di ritaglio che ci permette di selezionare aree di documento per poi spostarle, ridimensionarle o colorarle e applicare funzioni avanzate.

Esiste infine la possibilità di importare foto trascinandole direttamente da Safari se affiancato in multitasking.
Segnalo che le pagine si alternano in senso orizzontale pertanto girando pagina non si ha la possibilità di vedere il contenuto della precedente come in altre app a scorrimento veriticale.


Funzionalità avanzate (Voto: 9)

NoteShelf 2 introduce la funzionalità di riconoscimento OCR del testo, la qualità del riconoscimento della lingua italiana è ottima, una delle migliori provate. Possiamo pertanto selezionare una porzione di testo scritto a mano e selezionare la funziona di conversione che permetterà di trasformare la nota in casella di testo oppure la copierà nella clipboard di sistema per altri utilizzi. Molto efficace anche la funzionalità di ricerca accessibile con uno slide verso sinistra della pagina, la ricerca elabora sia la scrittura a mano libera sia sulle caselle di testo oppure i documenti importati (es. pdf). Il testo ricercato viene evidenziato in giallo come visibile nelle immagini seguenti.

E’ presente anche l’utilissima funzione di registrazione audio asincrono utile per gli studenti che vogliono prendere liberamente appunti mentre registrano contemporaneamente la lezione, oppure per i professionisti che vogliono registrare una riunione di lavoro.

Segnalo anche la possibilità di importare documenti scansionati in modo diretto attraverso la fotocamera del dispositivo, in questo caso vi è una certa “intelligenza” che riconosce automaticamente il documento all’interno della scena ripresa in modo da isolarlo e importarlo in modo esclusivo.

 


Importazione ed editing documenti PDF (Voto: 8,5)

NoteShelf 2 consente l’importazione dei documenti pdf come nuovi taccuini, è altresì possibile importare questi documenti all’interno di quaderni già in uso, possiamo pertanto applicare al documento tutte le nostre annotazioni con gli strumenti disponibili nel programma. C’è però da segnalare che il documento pdf importato non conserva eventuali altre precedenti annotazioni fatte con software terzi (nemmeno le annotazioni fatte con gli strumenti proprietari di adobe reader). Anche in questo caso sicuramente il problema è risolvibile salvando il pdf con l’unificazione dei layer ma è un passaggio in più che può risultare scomodo.

 


Giudizio finale e conclusioni  (Voto Complessivo per NoteShelf 2: 8,3)

NoteShelf 2 si è rivelato un ottimo strumento per prendere appunti, dispone di tutte le funzioni più importanti di editing semplice ed avanzato (OCR e registrazione Audio su tutte) che possono servire. Consente la sincronizzazione delle note con tutti i cloud più famosi ed anche con EverNote, gestisce facilmente l’import di documenti pdf, implementa in modo ottimale la maggior parte degli strumenti tipici di questo tipo di applicazione senza alcuna mancanza (forse l’unica applicazione a non far mancare alcuna dell funzionalità più importanti in questa categoria di app).
Se riuscisse a migliorare la reattività del tratto di inchiostro elettronico rispetto al passaggio della penna sarebbe probabilmente il migliore, con questo difettino io lo posiziono invece subito dietro GoodNotes 4 e Notabilty nella mia personale classifica di gradimento.

Guarda anche la mia recensione di GoodNotes 4

Guarda anche la mia recensione di Notability

Guarda anche la mia recensione di Notes Plus

 

Lascia un Commento