Posts Tagged ‘samsung’

nx1100Visto il prezzo a cui viene offerta in questo periodo e visto che Samsung regala anche un galaxy tab 3 da 7″ a chi acquista una fotocamera della serie NX ho deciso di provare questa NX1100. Stiamo parlando di una fotocamera Reflex mirrorless con sensore APS-C da 20 Mpixel, con obbiettivi intercambiabili. Questa fotocamera, a differenza di una Reflex vera e propria, non dispone di mirino ottico quindi dobbiamo affidarci sempre al display per comporre l’inquadratura.  La fotocamera che ho acquistato è nella variante bianca, devo dire che ha un’aspetto molto giovane ed un design convincente, nella confezione è presente l’obbiettivo 20-50mm f3.5-5.6 purtroppo non stabilizzato, il flash che non è integrato nel corpo macchina ma va collegato nell’apposita slitta quando serve e il laccetto per tenerla al collo. Una volta collegata la batteria ed inserita una scheda SD (non presente nella confezione) ho iniziato una sessione di scatti per capire la qualità di questa macchina e di quest’ottica, ho voluto effettuare un confronto con l’altra Reflex in mio possesso: una Nikon D5100 con obbiettivo DX 18-55 VR. Ho fatto diversi scatti a 20mm (che è la modalità grandangolare max ottenibile sulla Samsung e che nel mio utilizzo è quella più usata)  in interni ed esterni a sensibilità diverse. Ecco i risultati: Read the rest of this entry »

samsung_ue-22es5400-wxxc_ledHo acquistato da qualche giorno la smartTv Samsung 22ES5400, si tratta del modello a 22″ che integra le funzionalità smartTV. Inizialmente volevo acquistare una TV più semplice senza le funzionalità multimediali ma avendola trovata ad un prezzo di 220€ ho pensato di fare l’acquisto del modello smart.
Iniziamo col dire che questa tv integra già nativamente la connettività wifi, non serve acquistare chiavette esterne, è disponibile inoltre anche il connettore per il collegamento ethernet cablato, oltre a questo ha disponibili 2 porte usb per il collegamento di memorie o periferiche, infine dispone dello slot per la cam. Alla prima accensione parte subito il setup delle funzioni principali legate al paese, lingua, sintonia e collegamento ad internet. Ho quindi subito registrato la mia rete wifi e la tv ha ricercato aggiornamenti firmware, il firmware a bordo era già il più aggiornato.
La Tv di serie ha impostato una modalità immagine “standard” che tende a saturare i colori e con un contrasto elevato, impostando la modalità: “naturale” le cose migliorano sensibilmente, i colori risultano più fedeli e sono percepibile anche le tonalità molto chiare che prima “bruciavano” subito verso il bianco. Nonostante questo credo ci siano ulteriori margini di miglioramento nel settaggio che non ho ancora avuto modo di ricercare. L’angolo di visuale è solo discreto, per avere un buon rendimento bisogna guardarlo frontalmente. Un’altra piacevole sorpresa è stato l’audio che spesso in soluzioni così compatte è fortemente penalizzato. In realtà l’acustica è assolutamente adeguata alla tv ed alle aspettative che avevo, seppure la profondità del suono non è così marcata siamo di fronte ad un audio ben bilanciato, il volume si può alzare considerevolmente mantenendo le distorsioni sempre sotto controllo.
Il tuner della tv si è dimostrato un pò meno sensibile del decoder ADB che avevo precedentemente ed anche al mio Panasonic 50 G20, in una situazione in cui il segnale di alcuni canali è “al limite” non riesco a sintonizzare i canali HD di mediaset (sul pana invece riesco a vederli seppure con l’avviso di segnale debole), anche La7 presenta spesso arteffatti dovuti alla qualità del segnale al limite, precedentemente ne avevo meno.
Mi sono poi letteralmente tuffato nel mondo SmartTV, accedendo a questa sezione possiamo navigare in internet con un browser web veramente ben fatto, è reattivo, carica abbastanza velocemente le pagine, supporta il flash player per i contenuti dinamici, l’unica pecca è l’interazione con il telecomando che non è delle più immediate: possiamo muovere il mouse con le 4 frecce del telecomando ed inserire del testo attraverso ad una keyboard virtuale che appare a schermo, dobbiamo armarci di tanta pazienza..
E’ possibile poi installare delle applicazioni dal market “Samsung Apps”, le più comuni spaziano dai video streaming online al social network, devo dire che il client youtube funziona molto bene, è rapido, durante il play possiamo andare avanti/indietro veloce, è possibile inserire il proprio account per vedere i canali sottoscritti ed i preferiti, anche il client facebook è fatto molto bene nella sua semplicità ed ha una modalità che permette di fare vedere le notifiche in arrivo anche durante la visualizzazione normale della tv. Poi ci sono servizi di acquisto film, è presente anche un client per il Premium Play, credo consenta di vedere l’ondemand di mediaset premium ad i clienti dotati di un account valido.
Un altro aspetto molto valido è la sezione All Share Play che consente di riprodurre contenuti presenti in dispositivi mobili samsung e da sorgenti DLNA. Il sistema ha riconosciuto subito la presenza nella mia rete di un server DLNA (il mio nas synology), ho potuto mandare in riproduzione i film presenti sul mio storage, divx, mp4, mkv, tutto ha funzionato perfettamente, ho provato poi a riprodurre musica e visualizzare foto, nemmeno una minima incertezza. Diciamo quindi che il mediacenter integrato è promosso a pieni voti.
Consiglio a tutti i possessori di cellulare android di scaricare gratuitamente dal Play store l’app “Allshare control” che consente di utilizzare il cellulare come telecomando per la tv attraverso la rete wifi di casa, l’interazione con l’area SmartTV ne trova forte giovamento, il cellulare infatti può essere usato anche come trackpad nella navigazione web e laddove serva inserire del testo possiamo utilizzare la tastiera del telefono: il tutto funziona molto velocemente ed in modo efficace.
Mi sento di consigliare assolutamente questo piccolo Tv a 22″ che si è rivelata un’ottima soluzione per chi vuole unire la compattezza alla comodità di poter fruire anche di contenuti multimediali e funzionalità smart.

sasung-galaxy-note-2Seppure non sia una novità volevo scrivere le mie impressioni sul Samsung Galaxy Note 2 che ho in dote da qualche settimana.
Note 2 lo conosciamo già da un pò, è uno smartphone di dimensioni generose, a volte viene chiamato phablet perchè riduce il confine fra smartphone e tablet, si presenta con la classica linea di prodotti Samsung dell’ultimo periodo, quindi scocca in policarbonato dalle linee essenziali ed arrotondate, gorilla glass, display superamoled 2 con tecnologia pentile in HD.
Non vi annoio con le caratteristiche tecniche dettagliate che ritroverete da molte altre fonti voglio invece parlare dell’esperienza di utilizzo che si ha con questo dispositivo. Read the rest of this entry »

Ecco un primo video di un hands on del nuovo terminale Google experiences,
il nuovo smartphone di samsung dovrebbe avere le seguenti caratteristiche:
– Processore dual core da 1,5Ghz
– Ram 1GB
– Display superamoled da 4,65″ con risoluzione HD 720p
– GPU dual core PowerVR SGX543MP2
– Fotocamera da8 megapixel in grado di registrare video Full HD a 1080p
– Led di stato

Non ci resta che aspettare e sperare che venga tutto confermato. Se così fosse ci troviamo di fronte al telefono più potente mai prodotto.


E’ stata annunciata da Samsung l’uscita dell’ultima incarnzazione dello smartphone Galaxy II, la nuova versione (per il momento dedicata al mercato coreano) presenta un nuovo display SuperAmoled da 4,65″ con risoluzione HD (1280×720), processore dual core potenziato a 1,5GHZ e batteria da 1850 mAh. Supporta inoltre le nuove reti dati ad alta velocità LTE.
Speriamo che possa in futuro arrivare anche nel mercato europeo.

Segnalo l’arrivo imminente sul mercato di questo smartphone fratello povero (ma non tanto) del Galaxy S2.
Galaxy R è un telefono dual core tegra2 da 1 GHz, display da 4,2″ SuperLCD, ram da 1GB, fotocamera da 5 Mpixel e Android Gingerbread. Nelle forme assomiglia molto al fratello maggiore anche se è leggermente più grosso e pesante. Introduce comunque nuovi materiali: la scocca posteriore infatti abbandona la plastica e si presenta in alluminio.
Le perforformance di questo telefono sono di primissimo piano (Quadrant totalizza 3500 punti), la reattività del sistema è al top ed anche la navigazione web molto probabilmente supporta l’accelerazione della GPU perchè è fluidissima come sul galaxy s2.
Il prezzo al pubblico di questo smartphone si dovrebbe attestare intorno ai 400€, vediamo la prima videorecensione di PhoneArena:

Da circa una settimana è arrivato in famiglia un nuovo giocattolo: si tratta dello smartphone Android Samsung Galaxy ACE.
Il Galaxy ACE è un telefono che si colloca in un livello intermedio, sia a livello di caratteristiche che di prezzo, riprende da vicino il design della linea Galaxy, assomiglia molto come design ad un Galaxy S, a mio parere ha dei materiali anche superiori e la sua eleganza è un punto di forza. Grazie a questo aspetto “estetico” vincente strizza l’occhio anche ad un attento pubblico femminile. Iniziamo a vedere insieme le caratteristiche di questo smartphone:

Specifiche (voto 7,5):
Pur non essendo un modello di fascia alta la dotazione di Galaxy ACE è di tutto rispetto:
– Sistema Operativo Android 2.2.1 Froyo (con promessa di aggiornamento a Gingerbread)
– Processore Qualcomm 800MHz e GPU Adreno 200
– 512 MB di ROM (160MB disponibili come memoria interna per le applicazioni)
– 512 MB di RAM
– display LCD capacitivo da 3,5″ risoluzione 320×480
– fotocamera da 5 Mpixel con flash ed autofocus
– dispone di tutte le ultime tecnologie: HSDPA 7,2 Mbs, A-GPS, Bluetooth 2.1, USB, radio FM con RDS
– espandibile con microsd (in dotazione una da 2GB)

Qualità costruttiva e design: voto 9
Come già anticipato nell’introduzione il Galaxy ACE ha un design molto convincente, l’eleganza e la qualità delle plastiche lo rendono un telefono bello a vedersi, comodo da impungnare e sufficentemente ergonomico, la parte frontale e costituita tutta dal display in tecnologia gorilla glass, in basso troviamo 2 soft key laterali ed un tasto fisico centrale molto comodo che ha anche la funziona di risvegliare il telefono dallo standby. Cornice argentata elegante e scocca posteriore gommata costituita di prismi in rilievo che consente un’ottima presa ed anche un effetto visivo interessante, in dotazione è compresa anche una back cover bianca lucida. Il peso è contenuto (119gr) e le dimensioni consentono una facile collocazione anche in tasca (112.4 mm; 59.5mm; 11.5mm).

Display: voto 7
il display LCD da 3,5″ offre una risoluzione adeguata alle sue dimensioni (320×480), ciò lo rende sufficente per poter utilizzare ogni tipo di applicazione su Android.
Guardando lo schermo in condizioni ottimali il risultato offerto è convincente mentre invece la qualità modificando l’angolo di visione degrada, quindi inclinando il telefono si nota una certa tendenza a perdere il contrasto ed a slavare i colori, anche sotto la luce del sole risulta di difficile consultazione.

Software: voto 7,5
Samung affianca ad Android 2.2.1 la sua solita interfaccia TouchWiz che si dimostra su questo telefono assolutamente reattiva ed immediata. Il telefono non presenta alcun tentennamento nel passaggio fra le pagine di home e nemmeno nella sezione delle applicazioni. In dotazione il solito set di applicazioni google e qualche widget Samsung. Io personalmente sono dell’opinione che meno il telefono è “influenzato” dal produttore meglio è. Nota negativa per quanto riguarda lo spazio di memoria interna dedicato alle applicazioni: solo 160MB veramente pochi!

Multimedia: voto 7,5
L’utilizzo di Galaxy ACE sotto l’aspetto multimediale è positivo, ottima fluidità nella riproduzione dei video, accesso piacevole all’applicazione Youtube, riproduttore musicale e radio FM con rds convincenti, fotocamera nella media (per il mondo Android diciamo anche sopra alla media) con autofocus e flash led. Video purtroppo solo in 320×200 a 15fps.

Connettività: voto 8
Il telefono non presenta alcun problema di connettività disponendo di tutto quello che si possa desiderare: quad-band GSM/GPRS/EDGE and dual-band HSPA, wifi b/g/n, bluetooth 2.1, A-GPS con accelerometro e bussola elettronica, connessione microusb, manca solo l’uscita hdmi che però è esclusiva solo dei modelli top level ad oggi.

Navigazione internet: voto 7
Pur non disponendo del plugin flash il browser si comporta molto bene garantendo una navigazione fluida e veloce, un pich to zoom reattivo ed un’esperienza di utilizzo soddisfacente. Non avremo difficoltà con nessun sito volessimo consultare.

Prestazioni: voto 7
La sensazione di reattività dell’interfaccia e velocità nell’accesso ed esecuzione delle applicazioni è assolutamente positiva. Il telefono non presenta scattosità od impuntamenti, il suo comportamento è sempre fedele. Samsung ha fatto un ottimo lavoro nell’implementazione di Android su questo hardware, complimenti. I benchmark dicono: Linpack 9,5 e Quadrant 615

Autonomia: voto 8
E’ ancora un pò presto per fare una valutazione precisa, in ogni caso dopo un giorno di utilizzo “normale”, qualche telefonata ed sms, 40min di navigazione inernet ed un pò di smanettamenti nell’interfaccia l’indicatore segnava ancora il 60% della batteria (all’incirca dopo 12 ore di utilizzo). Non male.

Conclusioni/Giudizio Globale: voto 7,5
Galaxy ACE è uno smartphone Android convincente, la sensazione è di avere sempre in mano un telefono reattivo e fedele, il display e la dotazione multimediale è all’altezza e consente allo smartphone di disimpegnarsi nella maggior parte dei campi di utilizzo. Ultimo, ma non per importanza, il design eccellente e la doppia back cover in dotazione che da la possibilità di rinnovare l’estetica del prodotto.
Ottimo il lavoro di Samsung nel far calzare Android su questo dispositivo.
Vi lascio alla solita ottima recensione di Telefonino.net:

Ieri all’evento Google I/O è stato presentato in anteprima da Samsung l’edizione limited edition del suo nuovo tablet Galaxy Tab 10.1 honeycomb in versione bianca (se volete ve ne potete aggiudicare qualche esemplare su ebay pagando una cifra di 1500€ circa).
Questo tablet spicca per la sua estetica molto accattivante, in particolar modo ridefinisce gli standard attuali nello spessore: soli 8,6mm, meglio di Ipad2. Molto interessante anche il modello da 8,9″ più compatto che però preserva le stesse caratteristiche del fratello maggiore.
Ricordiamo che il Galaxy Tab 10.1 è già uscito nella sua prima versione da qualche mese (tra l’altro in Italia è apparso in questi giorni attraverso l’esclusiva di Vodafone), questa prima incarnazione è stata ora ribatezzata Galaxy Tab 10.1v per distinguerla dal modello ultraslim di cui stiamo parlando.
Da giugno il tablet sarà venduto in Italia senza esclusive per gli operatori (lo venderanno tutti).
Non sono ancora noti i prezzi ma in USA viene venduto ad un prezzo molto concorrenziale per la tipologia di prodotto: 499 e 599$ (16 e 32GB rispettivamente), mentre si parla di una versione solo wifi da 399$.
Aspettiamo con ansia.. intanto vi lascio con uno dei primi hands on della limited edition bianca:

La settimana prossima Samsung presenterà ufficialmente il nuovo Samsung Galaxy S2. Dalle premesse sembra che questo nuovo prodotto di Samsung ridefinisca gli standard di fascia alta nel settore degli smartphone Android. I rumor di questo periodo hanno delineato abbastanza chiaramente il prodotto che troveremo a breve nei negozi:
– Display SuperAMOLED Plus da 4.3″ o 4.5″
– Chipset Samsung Orion con clock da 1.2GHz (CPU dual-core ARM Cortex A9 e GPU ARM Mali 400)
– Fotocamera posteriore da 8MPx con flash-LED e anteriore da 1.3MPx
– Bluetooth 3.0 e NFC
– Radio FM
Ecco lo spot ufficiale di Samsung che lascia intravedere il telefono (sottilissimo e dalla cornice argentata):

Adesso che l’operazione è quasi conclusa ed il telefono è già arrivato in Italia annuncio ufficialmente che a brevissimo potremo mettere le mani sul tanto ambito Google Nexus S arrivato direttamente dagli Stati Uniti.

L’amico Giuly ha scovato in rete alcuni video che ritraggono le prime prove fatte con il nuovo LG Optimus 2X (che precedentemente avevamo annunciato come LG Star).
Il chip tegra2 ha una potenza disarmante e brucia letteralmente il Galaxy S nella grafica 3d.
Dovrebbe arrivare in Italia a Febbraio ad un prezzo di 550€, sicuramente questo smartphone volta pagina e determina un nuovo standard di caratteristiche/prestazioni rispetto al passato.
Eccovi i video:

Ottima anche la gestione dell’uscita hdmi che proietta sulla tv sia l’interfaccia utente del telefono sia come mediaplayer (in questo caso scala la risoluzione dell’uscita alle risoluzioni HD), ad oggi nessun cellulare con uscita hdmi faceva entrambe le cose.

Da qualche giorno su samfirmware è apparsa questa nuova rom che porta la versione del sistema operativo alla 2.2.1. Le novità sono importanti: innanzitutto il sistema è ancora più reattivo, la RAM libera è salita notevolmente (ora abbiamo 339MB liberi all’avvio, quasi come la speedmod), sicuramente sono stati fatti dei miglioramenti nella gestione dell’I/O, il benchmark Quadrant ora arriva a segnare 1100 punti circa senza nessun lagfix.
Rimane comunque consigliato il lagfix (meglio di tutti il Voodoo già aggiornato al nuovo kernel).
Vi segnalo un’ottima ROM che sto provando in questi giorni si tratta di una versione modded di questa ultima XXJPU fatta dall’utente tatuato di Androidiani: JPU Gingerbread, derivata dalla Darky’s Rom presente in XDA, include vari addons tra i quali il launcher e la tastiera del nuovo Gingerbread.
E’ la ROM più veloce che ho mai provato!
Vi lascio con un video della versione senza lagfix (abbassate l’audio…):

E’ stato presentato nella giornata di ieri il nuovo terminale di Google prodotto da Samsung. L’evento indetto da Google ha visto contestualmente l’annuncio della nuova versione di Gingerbread, la versione 2.3 del sistema operativo mobile.
Del Nexus S si è parlato molto in queste ultime settimane e le aspettative erano molto alte, purtroppo molte di queste sono state disattese. Vediamo insieme le caratteristiche del nuovo smartphone:
– Display SuperAmoled da 4″ 800×480
– Processore ARM Cortex A8 Hummingbird da 1 GHz
– Memoria Ram da 512 MB
– Memoria Interna storage di 16GB (non è espandibile con memorie flash)
– Google Gingerbread (Android 2.3)
– Fotocamera da 5 Mpixel con flash
– Wifi n, Bluetooth 2.1, GPS
– Non è disponibile la radio FM
La più grande delusione deriva dal processore in quanto altri produttori di telefoni (ad es. LG e SonyEricsson) si stanno apprestando a lanciare terminali con processori dual core… La mancanza della radio FM è dovuta non tanto ad una mancanza tecnica ma alla mancata implementazione in Android di tale funzione. Nexus S infatti è un telefono Android “puro” in cui non ci sono personalizzazioni del software da parte del produttore (sul Galaxy S invece la radio era disponibile grazie alle customizzazioni di Samsung). Mi permetto di riportare una tabella comparativa Nexus S vs Galaxy S pubblicata da HDBlog.it molto esplicativa:

Infine il video ufficiale di presentazione:

L’uscita è prevista per fine anno in America e Inghilterra, per l’Italia presumibilmente dovremo aspettare anno prossimo.

Grazie alle indiscrezioni ottenute dal gruppo XDA otteniamo nuove inedite foto del nuovo googlefonino Samsung Nexus S.
Arrivano inoltre altre conferme da fonti non ufficiali sull’utilizzo di un processore dual core che potrebbe essere: Dual Core Orion 1GHz (basato su architettura Cortex A9).
Ecco la probabile configurazione: 

  • Dual Core Orion 1 GHz
  • Open GL ES Supported
  • 512 or 328MB Ram
  • 1GB or 2GB Internal Memory (Not 100% known)
  • 800×480 Screen Resolution
  • 4″ Screen Size
  • SuperAmoled2 – Possibly
  • 720P HD Video

Ne abbiamo già più volte parlato, ora sembra praticamente certo che il nuovo Googlefonino sarà il Nexus S prodotto da Samsung. Al recente Web 2.0 Summit Eric Schmidt di Google aveva in mano il prototipo di questo smartphone (opportunamente mascherato per non rivelare il produttore), su di esso gira già Gingerbread, la nuova versione del sistema operativo che sarà ufficializzata nel giro di qualche settimana. Si concretizzano quindi i rumors delle settimane precedenti che già avevano anticipitao che il successore del Samsung Galaxy S poteva essere il prossimo telefono ufficiale della casa di Mountain View. Sembra che il Nexus S fosse già pronto per la produzione ma si sia deciso di rivedere l’aspetto progettuale volendo integrare un chip dual core di nuova generazione (forse Tegra 2 come per LG Star), scelta assolutamente ragionevole visto che il nuovo Nexus S dovrà fronteggiare anno prossimo un’infinità di terminali Android di nuova generazione in fase di lancio da vari produttori sul mercato.
Sul sito di BestBuy qualche giorno fa era addirittura apparsa la possibilità di prenotare il telefono (poi l’inserzione è stata rimossa) ma ne riportiamo la scheda tecnica (approssimativa) del prodotto:

Riportiamo inoltre l’intervista completa ad Eric Shimidt in cui si vede ripetutamente il Nexus S:

E’ di qualche minuto fa la notizia che Samsung ha ulteriormente ritardato l’uscita prevista dell’aggiornamento ufficiale a Froyo per Galaxy S. Ora si parla di fine Novembre. Postato su tweeter da samsung uk…