Pocophone F1 è uno smartophone uscito da qualche mese sul mercato: è il risultato di una nuova società collegata a Xiaomi. Sulla scia di Oneplus l’obbiettivo è quello di portare sul mercato un telefono top gamma ad un prezzo aggressivo. Nel momento in cui scrivo questa recensione è possibile portarselo a casa per circa 250-300 euro negli shop online, prezzo veramente incredibile se pensiamo a quello che c’è sotto la scocca. L’operazione è senz’altro riuscita, siamo di fronte ad un best buy con un solo compromesso: il display.

Hardware e Qualità costruttiva: voto 8,0.
Pocophone F1 ha una costruzione solida, è stata scelta la backcover in policarbonato ma con linea essenziale ed elegante. Cornici frontali un pò più spesse della media ma con linea gradevole e fortemente arrotondata. E’ molto comodo e maneggevole. Il notch purtroppo è molto ingombrante, un pò in linea con altri prodotti xiaomi. A spingere il tutto è presente un fantastico  Snapdragon 845 con 6GB di Ram e 64GB di memoria interna UFS 2.1 (esiste anche la versione da 128GB). Schermo fullhd plus da 6,2″ IPS, Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0, LTE con banda 2, dual SIM (entrambe in 4G contemporaneamente), si può inserire anche una microsd per espandere la memoria interna. Presente jack da 3,5mm. Infine batteria da ben 4000mAh. Le dimensioni sono 155,5 x 75,3 x 8,8 mm e pesa 180gr.

Qualità telefonica: voto 8.
La qualità telefonica è buona anche se l’audio in capsula auricolare nella media, il vivavoce ha un buon volume e consente l’utilizzo comodamente in macchina . Discreto anche il tempo di riaggancio del segnale dopo averlo perso in zone non coperte. Entrambe le sim vanno in 4G.

Display: voto 7,0
Il display di tipo IPS- LCD con risoluzione 1080 x 2246 pixel è il solito pannello IPS da medio gamma: buona riproduzione dei colori,angoli di visione convincenti, nessun problema alla luce del sole e densità di pixel adeguata. Tuttavia è il punto più debole di un telefono che non ha molti altri compromessi. Credo sia il componente in cui si è andati più al risparmio.. peccato perchè confrontato con altri telefoni di media alta gamma la differenza si vede marcata: meno dettaglio di altri pannelli e soprattutto visione meno riposante di altri pannelli. Segnalo inoltre che la sensibilità di questo schermo è un pò troppo elevata, unito al trattamento oleofobico altrettanto evidente a volte l’interazione con il display può risultare un pò imprecisa (niente di grave comunque).

Software: voto 8
Troviamo la MIUI versione 10 su base Pie. Vale quanto già detto per redmi note 6 pro: la MIUI si è ammodernata e  snellita, risulta una interfaccia piacevole da usare. Gira tutto in modo fluido anche se ho preferito usare nova launcher per ottenere un look più simile ad android stock.

Multimedia: voto 8,5
Con il display da 6.2″, l’audio mono ma di buon volume ed un hardware superpotente non ci sarà nessun problema nel gaming spinto, e anche nella fruizione di contenuti multimediali.

Fotocamera: voto 8,5
La fotocamera principale da 12 megapixel ƒ/1.9 coadiuvata da una 5 megapixel per catturare la profondità di campo ottiene buoni risultati. E’ del tutto sovrapponibile a quella del redmi note 6 pro. Ottime foto in condizioni di buona luminosità e buone foto anche con scarsa luminosità, livello di rumore sempre sotto controllo ed effetto sfocato sui ritratti molto convincente con ottima precisione nello scontorno del soggetto in primo piano. Non sempre efficace nel punta e scatta, a volte richiede un pò più di preparazione.
Buona anche la cattura video con video stabilizzati elettronicamente (i prossimi firmware promettono stabilizzazione anche in 4K e slow motion a 960fps). Nel paragone con gli altri top gamma però siamo ancora un passo indietro, attualmento sto usando un huawei mate 10 pro che scatta meglio in qualsiasi condizione.
Segnalo una cosa molto positiva: l’inquadratura di questa camera è molto grandangolare e questo tornerà molto utile per le necessità di tutti i giorni. Altra cosa positiva è la possibilità di usare la google camera che permette di ottenere risultati a volte migliori soprattutto nella camera frontale che altrimenti è solo nella media.

Navigazione stradale GPS: 8
Nessun problema sulla navigazione stradale con fix immediato e collegamento sempre stabile.

Navigazione Internet: voto 8,5
Chrome è super convincente, non c’è nulla da dire, esperienza d’uso fluida e scattante.

Performance: voto 9
Pocophone F1 vola letteralmente. Si arriva a 290.000 punti in Antutu Benchmark. Al pari o meglio degli altri top gamma con lo stesso processore. Nessuna esitazione, nessun impuntamento. Tutto fluidissimo e app sempre in memoria per la gioia del multitasking. Siamo ai massimi livelli mai visti.

Autonomia: voto 8/9
La batteria da 4000mAh ci porta sempre a sera con circa 6 ore di schermo acceso.

Rapporto qualità/prezzo: voto 9
Nel momento in cui scrivo la versione 6/64 che ho provato si compra online a 250€ import o 300€ da rivenditori ufficiali italiani. Ottimo rapporto qualità prezzo.

Conclusioni/Giudizio Globale: voto 8,5
Pocophone F1 è sicuramente un telefono da comprare. Prestazioni al top, gaming e multimedia senza compromessi, batteria fantastica e il prezzo quasi ridicolo rendono più digeribile un display che non è così speciale come tutto il resto.

Lascia un Commento