Articoli marcati con tag ‘amazon’

Mi sono cimentato nella sostituzione di un hard disk di un Macbook Air del 2014. Il disco non veniva più riconosciuto dal sistema e pertanto ho deciso do provare autonomamente la sua sostituzione. Acquistare un nuovo disco per Macbook è molto costoso perchè è quasi obbligatorio utilizzare componenti ufficiali o comunque dischi certificati.
Seppure Apple installi nei suoi Macbook dischi SSD in standard M2 PciExpress ha ben pensato di utilizzare un pettine proprietario per rendere esclusiva la gestione della sua sostituzione.
In rete però ho scoperto dell’esistenza di alcuni adattatori che convertono il pettine apple proprietario in uno standard M2 Pcie consentendo quindi di poter utilizzare un qualsiasi disco in commercio con questo standard. Ho pertanto acquistato uno di questi adattatori su Amazon, comprensivo dei cacciaviti per aprire il macbook (anch’essi con teste proprietarie pentalobe)

ed il disco ssd da 128GB più economico disponibile nel formato di lunghezza 80mm che è il più comune, un Intel, per sostituire il 128Gb originale.

La spesa complessiva è stata di circa 60€ (19+41). Con un pò più di pazienza l’adattatore in questione si poteva acquistare anche su ebay o su siti orientali a molto meno (anche 5-6€), ma io avevo fretta ed ho acquistato su amazon.
A questo punto ho smontato la backcover del Macbook col cacciavite pentalobe con facilità, una volta aperto l’accessibilità allo slot del disco fisso è ottima in quanto si presenta al centro della motherboard senza ostacoli, basta rimuovere la vitina che tiene serrato il disco originale, meglio staccare anche il connettore della batteria e scaricare la carica ellettrostatica accumulata nel nostro corpo toccando una parte metallica del termosifone, e si può operare la sostituzione.

 

Rimontato il tutto il macbook è stato avviato dapprima da disco esterno, avevo per l’occasione installato macosx Mojave su una Secure digital, e successivamente con Carbon Copy Cloner ho copiato il sistema operativo dalla SD al nuovo disco installato che viene rilevato perfettamente dal sistema operativo. Il gioco è fatto: il Macbook ora è perfettamente funzionante col nuovo disco ssd economico e dalle prestazioni indistinguibili dall’originale.
Questa breve guida può essere applicata a tutti i Macbook Air e Pro in commercio negli ultimi anni che usino i dischi ssd Pcie m2 (praticamente tutti i macbook).

 

Oggi vi voglio segnalare alcuni siti dove è possibile scaricare gratuitamente degli ebook da caricare nei propri lettori preferiti.
I punti di riferimento in questo settore sono i seguenti:

IPMart: la biblioteca più ricca che io conosca, contiene moltissimi titoli anche molto recenti. Necessità la registrazione al forum. Bisogna selezionare la sezione biblioteca del forum.

DDLHits: Nella sezione ebook si trovano centinaia di titoli di ebook (oltre che quotidiani e riviste).

DDUniverse: altro forum interessante con parecchio materiale (in questo caso sono presenti i link e2dk da scaricare con emule)

In questi ultimi giorni abbiamo avuto modo di provare il nuovo Kindle, il lettore di ebook per eccellenza. il sito italiano di Amazon dallo scorso 1 dicembre ha finalmente commercializzato in Italia l’ultima versione del suo lettore insieme ad un’offerta di 17000 libri in lingua italiana disponbili nello store, di cui è possibile leggere gratuitamente un estratto.
Iniziamo col dire che Kindle è un dispositivo molto elegante e leggero, pesa 170gr ed offre un display da 6″ con la risoluzione di 800×600, questo pannello riesce a rappresentare immagini con 16 livelli di grigio. Le dimensioni dello schermo sono più che adeguate alla lettura dei testi, è possibile intervenire sia sulla grandezza dei caratteri sia sul contrasto e l’orientamento del display.
Una coppia di tasti per passare da una pagina all’altra sono presenti su ambo i lati del lettore in modo da garantire a destri e mancini la stessa comodità nell’interazione.
La memoria interna è di 2GB (circa 1,25 disponibili all’utente) e dovrebbero essere sufficenti a memorizzare fino a 1500 libri. Nella dotazione di serie troviamo solo un cavetto usb-microusb utile alla ricarica del lettore ed un piccolo manualetto che descrive le funzioni principali. Possiamo tranquillamente utilizzare per la ricarica anche un comune alimentatore per cellulare dotato di microusb (lo standard attuale).
All’accensione il dispositivo è già associato al proprio account Amazon, attraverso la connettività wifi possiamo sincronizzare istantaneamente tutti i libri che abbiamo  acquistato in precedenza nello store.
La sensazione che si ha utilizzando questo lettore di ebook è molto appagante, l’interfaccia seppure semplice è reattiva e consente di interagire con il proprio archivio di libri in modo sempre convincente, il display è nitidissimo, la tecnologia e-ink si conferma ottimale per questo tipo di utilizzo e garantisce inoltre autonomie impensabili con apparati dotati di lcd, stiamo parlando di un’autonomia di quasi un mese senza mai connetterlo al caricatore. Sulla parte bassa sono presenti 4 tasti funzione ed un pad a quattro direzioni che consente di spostarsi all’interno dei menù dell’interfaccia Kindle. Rispetto alla versione precedente (commercializzata solo in USA) non è più disponibile la tastiera fisica, al suo posto appare una tastiera virtuale sulla quale possiamo interagire con il pad a 4 direzioni, forse l’aspetto più scomodo di questo kindle (anche se viene utilizzata talmente poco da rendere marginale questa mancanza).
Kindle è in grado di leggere in modo nativo documenti: Kindle (AZW), TXT, PDF, MOBI non protetto, PRC nativo; HTML, DOC, DOCX, JPEG, GIF, PNG, BMP con conversione. Il meglio di se viene dato con il formato proprietario e con il formato MOBI che sono specifici per ebook, abbiamo fatto qualche prova con i pdf che vengono interpretati perfettamente ma non godono delle proprietà di riadattamento automatico della pagina, per tale motivo è sempre consigliabile passare per qualche convertitore di formato prima dell’uso.
Per copiare gli ebook nella memoria del kindle possiamo utilizzare diversi metodi:
1) quelli acquistati dallo store di Amazon vengono scaricati in automatico appena collegati ad internet via wifi.
2) ebook e documenti personali possono essere copiato nel lettore attraverso il cavetto usb, il kindle viene visto dal pc come memoria di massa, basta quindi copiarli nella cartella documents.
3) è possibile spedire il documento da caricare come allegato di un’email che va inviata a xxxxx@kindle.com, casella associata a ciascun account kindle con un dispositivo registrato. Il kindle lo scaricherà appena collegato ad Internet via wifi. Molto comoda quest’ultima possibilità in quanto il server amazon effettua anche una conversione di formato automatica in base al tipo di documento che spediamo.
Per effettuare la conversione dei documenti suggeriamo di utilizzare il software gratuito Calibre, ed usare come formato di destinazione .MOBI