ho di recente approfittato del calo di prezzo sensibile del primo nato della famiglia Asus EEEPc: il 701. Trovato in un e-shop per soli 175 euro è nelle mie mani da qualche giorno, sono quindi pronto a scrivere le mie prime impressioni su questo netbook che ha segnato un passo importante nell’evoluzione dei notebook di questo periodo. Prima di tutto, visto il taglio strettamente ludico che ho voluto dare a questo acquisto il colore scelto è stato il "light blue", il peso di questo portatile è veramente ridotto e tenere in mano questo kg di netbook è un piacere ; - ) Viene fornito di serie con un sistema operativo Linux Xandros, molto rapido nel boot (parliamo di circa 18-19 secondi per avere il sistema già caricato ed operativo) ed altrettanto efficente nell’utilizzo per l’utente finale. Xandros offre strumenti di navigazione sul web (Firefox 2.0) la suite OpenOffice, varie utilità e qualche gioco. Il parco software è aggiornabile, si possono scaricare nuovi pacchetti dalla repository dedicata a questa distribuzione. Colto subito dall’entusiasmo ho pensato di radere al suolo Xandros ed installare la versione dedicata ad EEEPc di Ubuntu: Ubuntu EEE. Anche in questo caso il netbook ha dimostrato di reggere il carico di un sistema sicuramente più pesante anche se devo dire che dopo 3 giorni di utilizzo ho deciso di ritornare alle origini reinstallando il sistema di serie. Ubuntu è incredibile ma sicuramente appesantisce questa macchina, passiamo ad un tempo di startup del sistema di circa 70-80 secondi ed un utilizzo delle applicazioni leggermente più lento vista la quantità di servizi caricati in memoria. Ubuntu EEE (versione 8.04.1) denota ancora qualche problema nel riconoscimento dell’hardware Asus, in particolare qualche problema nel wifi, microfono che sembra non funzionare e tasti funzione non sempre precisi.

A breve ulteriori dettagli…
vi lascio con un video fatto da me che evidenzia il tempo di avvio di ubuntu eee:

One Response to “Asus EEEPc 701 Xandros o Ubuntu EEE ?”

  • poldo:

    Perfettamente d’accordo. Sul piccolino Ubuntu è un po’ pesantuccio. Ho provato anche Mandriva 2008.1 spring che va decisamente più veloce, ma non riesco a settare una soluzione decente per il monitor esterno. Quindi penso che terrò Xandros sulla memoria esterna e Mandriva su scheda SD. Grazie per i preziosi consigli. Ciao

Leave a Reply