E’ uscito da un paio di mesi il nuovo obbiettivo EF-S entry level di casa canon per le reflex digitali. Si tratta di un 18-55 F3.5-5.6. Dopo aver letto qualche prova in internet (non si trova ancora molto ma segnalo Photozone review e slrgear review), ho deciso di andare di persona dal negozio di fiducia per fare qualche test. L’ottica è molto simile alla vecchia versione non stabilizzata . In ogni caso sono stati fatti passi avanti nella nitidezza (ottimale a 35mm e F/5.6). E’ migliorata inoltre la risposta alle aberrazioni cromatiche. Ma soprattutto lo stabilizzatore si sente e come! ecco alcuni scatti (crop al 100%) di prova fatti a parità di condizioni fra il vecchio 18-55 ed il nuovo stabilizzato con la mia Canon EOS400D:
test1 (1/5 sec)
test2 (1/4 sec)
test3 (1/4 sec)
test4 (1/15 sec)
Ecco la comparazione estetica con il vecchio modello:

Aggiungo un altro confronto della stessa inquadratura vecchio 18-55 e nuovo 18-55IS:

18-55 (1/4sec F/5.6)
18-55IS (1/4sec F/5.6)

Qui propongo una comparazione fra il nuovo 18-55IS ed i più blasonati Tamron 17-50 e Canon 17-85IS USM, perdonate la qualità non eccelsa degli scatti fatti di fretta nel negozio di fotografia (senza cavalletto):

EF-S 18-55IS Tamron 17-50 EF-S 17-85 IS USM
scena 1 scena 1 scena 1
scena 2 scena 2 scena 2
scena 3 scena 3 scena 3
scena 4 scena 4 scena 4

Ecco qualche altro scatto indoor con illuminazione artificiale ed all’aperto:

indoor1 indoor2 indoor3 indoor4
outdoor1 outdoor2 outdoor3 outdoor4
outdoor5 outdoor6 outdoor7 outdoor8

11 Responses to “Obbiettivo Canon 18-55 IS prova su strada”

  • pierinick:

    mancano i collegamenti alle sceneeeeeee!!! 🙁

  • Riccz:

    sistemati i link

  • tweester:

    A me funzionano, gli ho dato una occhiata in fretta. Quando vedo foto come queste mi passano tutte le voglie di (ri)prendermi una reflex….non intendo per i soggetti e la tipologia ovviamente, ma per il risultato finale…nelle stesse condizioni con una compatta sarebbero venute anche meglio…

  • Anonimo:

    Sono tutti scatti fatti velocemente nel negozio, non ho potuto fare di meglio.

  • Davidsss:

    Peccato….
    Giudicare foto fatte a focali così diverse è quasi impossibile…
    Una foto a F4.5 con una a F2.8 hanno palesemente pdc talmente differenza da falsare il confronto!
    Cmq sia appare chiara la nitidezza maggiore del Tamron…
    Ma la cosa più evidente è la sconfitta del PESSIMO 17-85 da 450 euro contro il nuovo 18-55is da 200!!
    L’ultimo nato in casa canon, aldilà di evidenti problemi di flare, aberrazioni cromatiche e vignettatura, ha una nitidezza nettamente superiore al vecchio 18-55

  • pierinick:

    Una curiosità…con quale macchina è stato fatto il test?

  • pierinick:

    Ops…scusa…ho appena visto…400D. 🙂

  • frankieta:

    Certo, il nuovo 18-55 IS sembra un ottimo regalo di natale! Ottima nitidezza!

  • Diego:

    In effetti il 17-85 è sicuramente il peggiore tra i tre. Il 18-55 is ha avuto dei buoni miglioramenti rispetto al modello precedente, anche se ovviamente la qualità non è da primato. Buono il tamron che è indiscutibilmente il migliore tra i tre.
    Sarebbe stato interessante avere anche il sigma 17-70 nella comparativa. Il modello sigma ideale per la comparativa sarebbe stato il 18-50 2.8, ma credo che nel ballottaggio per l’acquisto del grandangolare da sostituire al 18-55 del kit il 17-70 sia uno dei più quotati e comunque uno dei migliori compromessi presenti sul mercato.

  • Poldo:

    Complimenti per la mole di lavoro, ma senza dati exif è praticamente poco utile come test…Per farsi un idea vera e propria della qualità di queste lenti bisognerebbe sapere almeno la lunghezza focale di ogni scatto e l’apertura di diaframma. ; - )

  • Riccz:

    ciao Poldo, i dati exif ci sono, basta solo salvare la foto in locale, aprirla ad es. col visualizzatore di immagini di windows e nelle proprietà trovi tutte le informazioni sullo scatto. Ciao!

Leave a Reply