Articoli marcati con tag ‘fastethernet’

Per risolvere un problemino di cablaggio in casa (ho la necessità di portare un cavo di rete dal primo piano al piano terra di casa per dare connettività al mediacenter in salotto) ho deciso di acquistare una soluzione powerline. Seppure il wifi copre l’intera abitazione le performance non sono adeguate per consentire lo streaming di film in alta definizione fullhd (servono 20 Mbit/sec costanti, con wifi ottengo al max 12 Mbit). Le soluzioni powerline consentono di creare dei collegamenti di rete attraverso la modulazione della tensione su rete elettrica, quindi ogni presa elettrica è un potenziale punto di rete. Il kit in oggetto prevede 2 elementi: un XAV101, plug semplice da inserire nella presa elettrica con un ingresso rj45 e un XAV1004 plug che offre ben 4 porte rj45 (con funzionalità di switch con QOS). Ho scelto questa soluzione per il fatto che fa sempre comodo avere uno switch dalle parti della tv, basti pensare al proliferare di dispositivi con connessione ad internet: oltre al mediacenter citiamo le internet tv oppure le console per videogiochi ecc. La comodità di queste soluzioni è che sono realmene plug and play, una volta inseriti i due terminali su due prese elettriche e collegati con un cavo ethernet sono già funzionanti senza bisogno di alcuna configurazione (il software in dotazione serve solo per cambiare il codice di criptazione della comunicazione utile solo se si condivide con altri il circuito elettrico, non serve nella maggior parte dei casi). Ho scelto la tecnologia 200Mbit (esistono anche soluzioni più economiche a 85Mbit), volendo ottenere buone velocità. Purtroppo i test reali evidenziano velocità reali ben più basse, il max del transfer rate l’ho ottenuto collegando entrambi i terminali alla stessa presa elettrica (su una ciabatta non filtrata), si sono ottenuti 60 Mbit/sec, su due prese elettriche distinte nella stessa stanza si raggiungono 35 Mbit/sec mentre dal primo al secondo piano si scende a soli 15 Mbit/sec. E’ sempre consigliabile per non accoppiare disturbi inutili sul collegamento inserire i plug direttamente alla presa elettrica evitando triple e ciabatte. La connessione evidenzia latenze molto basse rispetto ad es. ad una connessione wifi e tipiche di un collegamento cablato, purtroppo il transfer rate non è però sempre adeguato alle esigenze, diciamo comunque che nella maggior parte dei casi è sufficiente, ad es. per condividere la connessione internet e magari anche per lo streaming video se il percorso elettrico è breve e non interrotto da troppe derivazioni.



 

E’ arrivato proprio ieri il Fonera 2.0n, si tratta di un router/access point della omonima spagnola Fonera. E’ l’ultimo nato di una serie di prodotti dedicati al servizio offerto da questa società che prevede un accesso WIFI gratuito presso più di 700.000 FON Spot nel mondo. Gli hot spot sono creati dagli utenti stessi che si registrano e desiderano contribuire a questo progetto condividendo la propria connettività internet. Io ho acquistato il router non tanto per contribuire a questo progetto ma piuttosto per sfruttare questo prodotto per le sue qualità e caratteristiche di tutto rispetto: Fonera 2.0N è infatti un access point 802.11N con processore Ralink a 300Mhz e 64 MB di RAM (non male rispetto alla concorrenza), offre 4 porte ethernet, 1 porta wan per connetterlo ad un eventuale modem adsl, offre pieno supporto alle periferiche usb quali stampanti, dispositivi di storage (NAS), e Internet Key. Io l’ho acquistata soprattutto per quest’ultima caratteristica: è infatti possibile condividere la connessione ad internet di una chiavetta dati UMTS (per chi come me non è coperto da adsl) in modalità wireless wifi sfruttando l’access point anche come router. La prova su strada della fonera 2.0N è andata bene, la chiavettta Huawei E156G è stata riconosciuta e utilizzata per la connettività con TIM. I client della mia rete domestica sono subito stati in grado di beneficiare della condivisione Internet (portatile via wifi, fisso via ethernet e cellulare via wifi). Ho effettuato dei test con www.speetest.net con la fonera e senza (collegando la internet key al pc direttamente via usb al pc) e la velocità rilevata è rimasta costante. La seconda cosa importante a cui tenevo era la funzionalità NAS, speravo di ottenere delle performance migliori rispetto a quanto mi offriva fino a ieri il mio vecchio router (Pirelli Alice AGA opportunamente modificato). Diciamo che sono abbastanza soddisfatto, ecco alcuni numeri:

collegando una pendrive fat32 da 4GB all’usb del fonera si ottengono questi transfer rate:

da un pc collegato via ethernet: 4,5MB/sec in lettura e 3,6MB/sec in scrittura (prestazioni quasi identiche le ottengo con un disco esterno usb su una partizione da 600GB ext2 linux, su una partizione NTFS da 300GB sullo stesso disco i tempi raddoppiano invece).

da un pc collegato via wifi: 2,3MB/sec in lettura e 1,6MB/sec in scrittura.

Le prestazioni wifi cambiano molto al cambiare del canale di trasmissione, i migliori risultati li ho ottenuti sui canali bassi (1 e 2) su quelli più alti, come l’11, la velocità dimezza… non ci sono interferenze nella mia abitazione, tra l’altro anche in ufficio ottengo gli stessi risultati.
Il software di fonera 2.0n permette anche download torrent a pc spento, upload youtube e filckr, ed altri servizi che personalmente non uso. Il bello di questo prodotto è che il software è un derivato del progetto open-wrt opportunamente personalizzato, seppure ancora immaturo ha molto potenziale. E’ in fase di adattamento anche DD-WRT, altro derivato di Open-WRT molto diffuso, quindi le prospettive future sono molto promettenti. Vi aggiorno presto sulle prossime prove che farò.