Archive for December, 2011

In questi ultimi giorni abbiamo avuto modo di provare il nuovo Kindle, il lettore di ebook per eccellenza. il sito italiano di Amazon dallo scorso 1 dicembre ha finalmente commercializzato in Italia l’ultima versione del suo lettore insieme ad un’offerta di 17000 libri in lingua italiana disponbili nello store, di cui è possibile leggere gratuitamente un estratto.
Iniziamo col dire che Kindle è un dispositivo molto elegante e leggero, pesa 170gr ed offre un display da 6″ con la risoluzione di 800×600, questo pannello riesce a rappresentare immagini con 16 livelli di grigio. Le dimensioni dello schermo sono più che adeguate alla lettura dei testi, è possibile intervenire sia sulla grandezza dei caratteri sia sul contrasto e l’orientamento del display.
Una coppia di tasti per passare da una pagina all’altra sono presenti su ambo i lati del lettore in modo da garantire a destri e mancini la stessa comodità nell’interazione.
La memoria interna è di 2GB (circa 1,25 disponibili all’utente) e dovrebbero essere sufficenti a memorizzare fino a 1500 libri. Nella dotazione di serie troviamo solo un cavetto usb-microusb utile alla ricarica del lettore ed un piccolo manualetto che descrive le funzioni principali. Possiamo tranquillamente utilizzare per la ricarica anche un comune alimentatore per cellulare dotato di microusb (lo standard attuale).
All’accensione il dispositivo è già associato al proprio account Amazon, attraverso la connettività wifi possiamo sincronizzare istantaneamente tutti i libri che abbiamo  acquistato in precedenza nello store.
La sensazione che si ha utilizzando questo lettore di ebook è molto appagante, l’interfaccia seppure semplice è reattiva e consente di interagire con il proprio archivio di libri in modo sempre convincente, il display è nitidissimo, la tecnologia e-ink si conferma ottimale per questo tipo di utilizzo e garantisce inoltre autonomie impensabili con apparati dotati di lcd, stiamo parlando di un’autonomia di quasi un mese senza mai connetterlo al caricatore. Sulla parte bassa sono presenti 4 tasti funzione ed un pad a quattro direzioni che consente di spostarsi all’interno dei menù dell’interfaccia Kindle. Rispetto alla versione precedente (commercializzata solo in USA) non è più disponibile la tastiera fisica, al suo posto appare una tastiera virtuale sulla quale possiamo interagire con il pad a 4 direzioni, forse l’aspetto più scomodo di questo kindle (anche se viene utilizzata talmente poco da rendere marginale questa mancanza).
Kindle è in grado di leggere in modo nativo documenti: Kindle (AZW), TXT, PDF, MOBI non protetto, PRC nativo; HTML, DOC, DOCX, JPEG, GIF, PNG, BMP con conversione. Il meglio di se viene dato con il formato proprietario e con il formato MOBI che sono specifici per ebook, abbiamo fatto qualche prova con i pdf che vengono interpretati perfettamente ma non godono delle proprietà di riadattamento automatico della pagina, per tale motivo è sempre consigliabile passare per qualche convertitore di formato prima dell’uso.
Per copiare gli ebook nella memoria del kindle possiamo utilizzare diversi metodi:
1) quelli acquistati dallo store di Amazon vengono scaricati in automatico appena collegati ad internet via wifi.
2) ebook e documenti personali possono essere copiato nel lettore attraverso il cavetto usb, il kindle viene visto dal pc come memoria di massa, basta quindi copiarli nella cartella documents.
3) è possibile spedire il documento da caricare come allegato di un’email che va inviata a xxxxx@kindle.com, casella associata a ciascun account kindle con un dispositivo registrato. Il kindle lo scaricherà appena collegato ad Internet via wifi. Molto comoda quest’ultima possibilità in quanto il server amazon effettua anche una conversione di formato automatica in base al tipo di documento che spediamo.
Per effettuare la conversione dei documenti suggeriamo di utilizzare il software gratuito Calibre, ed usare come formato di destinazione .MOBI

nella giornata di ieri è incominciata la distribuziohe OTA dell’aggiornamento ufficiale Android 4.0.3 per i nostri Nexus S. Se come me non volete aspettare i prossimi giorni per ricevere in automatico l’aggiornamento potete procedere con la procedura manuale:

1.Scaricate il file zip qui Package OTA Android Ice Cream Sandwich for Nexus S;
‪2.‬Rinominate il file in update.zip e copiatelo nel root della vostra memoria.
‪3.‬Spegnete il Nexus S e accendetelo tenendo premuto i tasti Power + Volume Su insieme;
‪4.‬Selezionate recovery e selezionate premendo il tasto Power;
‪5.‬Quando compare un triangolo al centro del display, tenete premuto il tasto di accensione e premete una volta Volume Su;
‪6.‬Selezionate ora apply update from /sdcard e poi selezionate il file caricato update.zip;
‪7.‬Una volta finito l’aggiornamento selezionate reboot system;

Se invece avete un nexus s moddato, vi conviene installare installare rom manager, da questo si può effettuare il download della rom già nel formato utilizzabile dalla recovery clockworkmod.

Dai primi test fatti posso dire che il sistema risulta molto reattivo, miglioramenti significativi sono stati fatti in ogni campo a partire dal launcher, continuando con l’aggiornamento di tutte le google apps, migliorata fotocamera con funzione di panoramica, la galleria mi sembra che finalmente gestisca lo zoom a piena risoluzione delle foto e sono state preservate tutte le impostazioni e le app installate in precedenza. Avevo grosse aspettative sul browser che è sempre stato il vero tallone d’achille del nexus s, la nuova versione dovrebbe supportare l’accelerazione della gpu per il rendering delle pagine, diciamo che da un primo esame le cose sono migliorate, lo zoom ed il pan sono più convincenti e sono utilizzabili bene già in fase di caricamento della pagina, i tempi di caricamento invece non mi sembrano migliorati. Opera Mobile rimane comunque ancora nettamente superiore.

Oggi vi voglio raccontare un’esperienza negativa vissuta in prima persona recentemente.
Si tratta di un (tentativo) di acquisto online di materiale di elettronica di consumo su di uno shop online. Premetto che da più di 10 anni sono abituato ad acquistare online su eshop oppure su ebay, fino ad oggi non ho mai avuto esperienze negative, certo mi è capitato di vedere anche delle truffe e in qualche modo avevo la consapevolezza di “saper scegliere” i venditori più credibili per i miei acquisti.
Così lo scorso ottobre ho acquistato due oggetti (un telefonino ed una videocamera) dallo shop di TopElettronica. Sono stato attratto dai prezzi concorrenziali (ma non esageratamente bassi) di alcuni prodotti. Inoltre dai dettagli del sito si evidenziava la possibilità di poter pagare con paypal e con bonifico bancario (metodi di pagamento mediamente rassicuranti). Infine la solita verifica che faccio sulle opinioni di altri utenti che hanno utilizzato questo shop trova risultati confortanti, vedo un 4,5/5 stelle su ciao.it con in evidenza commenti lusinghieri.
Mando un paio di email per verificare che la merce che mi interessava fosse presente presso i loro magazzini, per avere garanzia di una spedizione veloce (volevo fare un regalo di compleanno e pertanto di lì a 10 giorni avevo bisogno della merce). Prontamente ottengo una risposta rassicurante quindi procedo con l’ordine.
Durante la procedura di pagamento su TopElettronica avevo scelto ‘Paypal’ ma al tentativo di concludere la transazione il servizio stesso mi dava un errore. Chiamo quindi il numero del call center per avere chiarimenti, la signorina che educatamente mi risponde al telefono mi rassicura dicendo che hanno un problema momentaneo con l’account paypal e mi invita a ricontattarla più tardi per parlare eventualmente con il titolare (Antonio) per aver ragguagli in merito a Paypal oppure a procedere subito con il pagamento tramite bonifico bancario… purtroppo ho seguito la seconda delle opzioni proposte.
Dopo alcuni giorni dalla formulazione dell’ordine contatto via email il servizio clienti di TopElettronica chiedendo se l’ordine è stato evaso, ottengo delle risposte sempre rassicuranti in cui mi viene promesso che l’ordine verrà evaso di lì a poco, successivamente mi viene detto che si è generato un ritardo in quanto la merce parte da un distributore a Parigi… ma la merce non era in Italia presso i loro magazzini? Aspetto ancora fiducioso ma intanto iniziano a spuntare su ciao.it alcuni commenti di utenti insoddisfatti che, come me, aspettano da tempo la merce che mai arriva ed inizio a sospettare che qualcosa possa andare storto. Dopo qualche settimana richiedo a TopElettronica di poter annullare l’ordine ed ottenere il rimborso, mi dicono che emetteranno il rimborso tramite bonifico nei giorni successivi, ed il tempo passa. Faccio altri solleciti per il rimborso ed ottengo un CRO relativa ad un bonifico da loro disposto a mio favore, il numero del CRO si rivela incongruente. A questo punto, ma spero di essere smentito, ho la sensazione di essere stato truffato. Leggendo altre opinioni su ciao.it ritrovo sempre più commenti negativi che raccontano vicende identiche alla mia. Però le opinioni degli utenti soddisfatti sono sempre in testa (vuol dire che sono quelle giudicate più utili da altri utenti), a quel punto inizio a guardare gli utenti che hanno giudicato positivamente queste opinioni e mi accorgo che sono sempre gli stessi nomi, tra l’altro tutti account creati nello stesso periodo (negli ultimi 2-3 mesi), nutro il sospetto che siano utenze fittizie create dalla stessa persona con l’obbiettivo di fare evidenziare le proprie opinioni fortemente positive (anch’esse forse fasulle).
Questa segnalazione non vuole essere diffamatoria ma riporta semplicemente una mia esperienza diretta. Spero che le mie supposizioni siano smentite, spero altresì di poter ottenere il rimborso della cifra versata.
Purtroppo a distanza di 2 mesi, non avendo ottenuto risposte credibili da questo negozio, mi sono voluto tutelare facendo una denuncia alla polizia postale e contattando anche un legale unitamente ad altri clienti nella mia stessa situazione per valutare il modo migliore di procedere. Fortunatamente (se così si può dire) il numero di opinioni negative degli utenti di topelettronica su ciao.it hanno superato le positive, in modo che i futuri clienti possano essere consapevoli degli “eventuali problemi” che si possono incontrare.
Vi prego di segnalare le vostre esperienze dirette.

22/12/2011: ecco l’epilogo: http://www.lecceprima.it/cronaca/merce-mai-spedita-tre-anni-di-truffe-online-arriva-il-primo-sequestro.html