Archive for October, 2011

Novità del 11/11/2011: La nostra recensione completa del vodafone sonic

Questa nuova proposta di Vodafone che commercializza uno smartphone Android con display da 3,5″ a soli 129€ mi ha subito colpito.
Andando a vedere meglio di cosa si tratta ci accorgiamo di avere il fratello maggiore del Vodafone Smart (venduto a 99€), si tratta del Huawei U8650, marchio cinese che è riuscito a raccogliere grande stima con i suoi prodotti precedenti.
Il Sonic rimane un telefono di fascia bassa però introduce alcune caratteristiche di rilievo che non sono mai state presenti su questa fascia di prezzo: primo fra tutti il display che offre una generosa diagonale di 3,5″ con una risoluzione di 320x480pixel, la fotocamera è ora da 3,2 Mpixel, il wifi supporta anche lo standard n. Il processore è da 600MHz ma comunque dimostra discrete performance, su Quadrant raggiunge circa 750 punti, la RAM si ferma invece a 256MB che sono effettivamente pochini… La navigazione web è discreta ma non vi è il supporto del flash player come in tutti i telefoni con processori sotto 1GHz. Un altro aspetto interessante è il launcher di sistema che è una versione personalizzata di Spb Shell 3D di cui abbiamo spesso parlato, su questo Sonic appare sufficentemente fluido pur avendo diversi effetti 3D che di solito appesantiscono il sistema. Il design di questo telefono è piacevole ed elegante, la backcover è intercambiabile e consente di cambiare il colore al telefono facilemente.
Vi lasciamo ad una videorecensione a cura di AndroidWorld:

 

Incredibile ma vero.
A qualche giorno dall’uscita del nuovo sdk un utente di XDA è riuscito a realizzare una rom già pienamente funzionante di icecream sandwich per il Nexus S. E’ significativo che questa rom è già utilizzabile per un uso giornaliero in quanto, seppure con diversi bug, supporta tutte le componenti principali del telefono. Per installare la nuova rom basta copiare la rom sulla sd e flasharla con clockwordmod allo stesso modo con cui installiamo le altre rom modded.

  • Ecco i bug noti:

3G(for some)

Data

NFC

Panorama Mode

Camera will FC for the 1st time

Ecco il link al thread ufficiale del progetto.

Oggi voglio scrivere alcune impressioni su questi 2 tablet Android: Asus EEEPad Transformer e Galaxy Tab 10.1.
Li ho acquistati entrambi e provati, ho avuto quindi modo di farmi un’idea su pregi e difetti mettendoli a confronto. Questa non vuole essere una recensione dettagliata ma ha solo l’obbiettivo di mettere in evidenza alcune peculiarità dei due dispositivi.

Cominciamo dicendo che questi due tablet sono due ottimi prodotti, entrambi Honeycomb 3.2 e stesso hardware, stanno avendo anche un discreto successo di vendite, il Transformer è uscito prima mentre galaxy tab 10.1 è più recente.

Hardware (Transformer: 8,5  Galaxy: 9)

Entrambi montano il chipset Tegra2 dual core da 1GHz, in linea con quanto offre il mercato oggi, da questo punto di vista siamo assolutamente allineati con una potenza adeguata a dispositivi di fascia alta.
Il display LCD del Galaxy Tab è più luminoso e contrastato ed i colori un pò più saturi rispetto al Transformer, alla luce del sole garantisce una visione leggermente migliore. EEEPad dispone di un pannello IPS comunque di ottima qualità con un bilanciamento dei toni più caldo e forse alla lunga più riposante alla vista.

Qualità Costruttiva e Design (Transformer: 8  Galaxy: 8,5)

Transformer offre una scocca in plastica di buona qualità, con effetto satinato dà l’impressione di trovarsi di fronte a superfici in metallo, la linea è piacevole ed elegante. In alcuni esemplari è presente un leggero scricchiolio sul retro vicino ai pulsanti di accensione/volume.
Galaxy Tab 10.1 è anch’esso costituito da una scocca di plastica lucida di buona qualità, assemblaggio perfetto. Esibisce una design molto accattivante con la sua linea extra slim, più bello del Transformer a mio parere.  C’è da dire comunque che il Transformer si impugna a 2 mani con più comodità rispetto al Galaxy.

Performance (Transformer: 8,5  Galaxy: 8,5)

Non ho voluto lanciare benchmark ma vi riporto solo la sensazione di reattività nell’utilizzo del sistema, i 2 tablet anche in questo caso si pareggiano. Honeycomb interagisce con l’utente in modo sempre fluido e preciso, l’apertura delle applicazioni è sempre immediata, il multitasking consente di switchare fra le app attive in modo altrettanto reattivo. Browsing web buono ma non eccezionale nelle pagine più complesse. Opera Mobile si dimostra migliore rispetto al browser di serie garantendo un’accelerazione hardware del rendering 2d delle pagine.

Multimedia (Transformer: 8 Galaxy: 8,5)

Anche in questo comparto i due dispositivi garantiscono risultati eccellenti, riproduzione fluidissima di filmati anche in alta definizione, ed un’infinità di applicazioni da poter installare dal market per rendere merito a questa vocazione. L’aspetto audio è un pò più debole della parte video: il Transformer con il volume al massimo tende a “gracchiare” un pò sui toni più acuti mentre il Galaxy Tab 10.1 si comporta meglio tenendo più sotto controllo questi picchi. Siamo comunque molto lontani dalla qualità acustica di Ipad.

Connettività ed espandibilità (Transformer: 8,5 Galaxy: 7,5)
La connettività col mondo esterno è garantita dalla presenza di Wifi, Bluetooth, connessione dati al pc on cavetto USB, microhdmi per le tv in alta definizione. Il Transformer ha in più la possibilità di alloggiare una schedina microSD per espandere lo storage interno, Galaxy Tab purtroppo non è espandibile, per un terminale Android è una caratteristica inconsueta e fortemente penalizzante.
Transformer dispone inoltre di una tastiera/docking station molto ben studiata che trasforma il tablet in netbook, offre 2 porte usb, uscita audi0 ed una batteria potenziata che porta l’autonomia a 14 ore totali. Anche per Samsung stanno uscendo Tastiere da abbinare al tablet ma non così ben accoppiate come Asus.

Rapporto qualità/prezzo (Transformer: 9 Galaxy: 8 )
Asus in questo campo vince sicuramente visto che il prezzo sul mercato nel momento in cui scrivo per la versione 16GB wifi si aggira intorno ai 330€ mentre l’equivalente Galaxy tab 10.1 solo wifi  costa 100€ in più.

Io personalmente ho deciso di tenere il Transformer perchè ho la sensazione che sia un prodotto più equilibrato, inoltre l’espandibilità dello storage per me è vermaente importante. In ogni caso devo dire che siamo di fronte a due prodotti sicuramente vincenti e quindi la scelta dell’uno o dell’altro è molto soggettiva.

Ecco un primo video di un hands on del nuovo terminale Google experiences,
il nuovo smartphone di samsung dovrebbe avere le seguenti caratteristiche:
– Processore dual core da 1,5Ghz
– Ram 1GB
– Display superamoled da 4,65″ con risoluzione HD 720p
– GPU dual core PowerVR SGX543MP2
– Fotocamera da8 megapixel in grado di registrare video Full HD a 1080p
– Led di stato

Non ci resta che aspettare e sperare che venga tutto confermato. Se così fosse ci troviamo di fronte al telefono più potente mai prodotto.