Archive for April, 2010

Si sa che oramai Nokia ha perso il passo dei suoi concorrenti per quanto riguarda l’innovazione del sistema operativo. Il Symbian^1 (3rd edition e 5th edition) non è assolutamente in grado di concorrere con Android o Iphone, ne tantomeno con il nuovo Samsung Bada oppure il Palm WebOS, tutti sistemi operativi moderni, nati per il touch e orientati alla facilità di utilizzo, affinità al web e potenza.
Nokia ha tentato dapprima con N900 e Maemo (ora il suo sviluppo si è fermato in attesa del parto di MeeGo in collaborazione con Motorola), ed ora ci prova con la nuova generazione di Symbian: Symbian^3, sistema open che deve rappresentare per Nokia il salto di qualità.
Il primo prodotto in uscita (probabilmente nel 3

Per risolvere un problemino di cablaggio in casa (ho la necessità di portare un cavo di rete dal primo piano al piano terra di casa per dare connettività al mediacenter in salotto) ho deciso di acquistare una soluzione powerline. Seppure il wifi copre l’intera abitazione le performance non sono adeguate per consentire lo streaming di film in alta definizione fullhd (servono 20 Mbit/sec costanti, con wifi ottengo al max 12 Mbit). Le soluzioni powerline consentono di creare dei collegamenti di rete attraverso la modulazione della tensione su rete elettrica, quindi ogni presa elettrica è un potenziale punto di rete. Il kit in oggetto prevede 2 elementi: un XAV101, plug semplice da inserire nella presa elettrica con un ingresso rj45 e un XAV1004 plug che offre ben 4 porte rj45 (con funzionalità di switch con QOS). Ho scelto questa soluzione per il fatto che fa sempre comodo avere uno switch dalle parti della tv, basti pensare al proliferare di dispositivi con connessione ad internet: oltre al mediacenter citiamo le internet tv oppure le console per videogiochi ecc. La comodità di queste soluzioni è che sono realmene plug and play, una volta inseriti i due terminali su due prese elettriche e collegati con un cavo ethernet sono già funzionanti senza bisogno di alcuna configurazione (il software in dotazione serve solo per cambiare il codice di criptazione della comunicazione utile solo se si condivide con altri il circuito elettrico, non serve nella maggior parte dei casi). Ho scelto la tecnologia 200Mbit (esistono anche soluzioni più economiche a 85Mbit), volendo ottenere buone velocità. Purtroppo i test reali evidenziano velocità reali ben più basse, il max del transfer rate l’ho ottenuto collegando entrambi i terminali alla stessa presa elettrica (su una ciabatta non filtrata), si sono ottenuti 60 Mbit/sec, su due prese elettriche distinte nella stessa stanza si raggiungono 35 Mbit/sec mentre dal primo al secondo piano si scende a soli 15 Mbit/sec. E’ sempre consigliabile per non accoppiare disturbi inutili sul collegamento inserire i plug direttamente alla presa elettrica evitando triple e ciabatte. La connessione evidenzia latenze molto basse rispetto ad es. ad una connessione wifi e tipiche di un collegamento cablato, purtroppo il transfer rate non è però sempre adeguato alle esigenze, diciamo comunque che nella maggior parte dei casi è sufficiente, ad es. per condividere la connessione internet e magari anche per lo streaming video se il percorso elettrico è breve e non interrotto da troppe derivazioni.



 

Raramente scrivo qualcosa su Iphone, vuoi perchè non sono preparato,vuoi perchè non mi piace molto la politica restrittiva di Apple sull’utilizzo dei suoi prodotti e le politiche di approvazione dei software sviluppati da terzi. Piccola storica apertura si è avuta oggi: Apple ha certificato il browser web Opera Mini, ottimo prodotto che garantisce performance molto superiori (in termini di velocità) a Safari per il rendering delle pagine grazie alla sua tecnologia di “compressione” dei contenuti che arriva a ridurre anche del 90% il contenuto da visualizzare. Sfrutta una sorta di gateway/proxy che riadatta le pagine al dispositivo mobile ridimensionando ad es. le immagini e ridefinendo i contenuti multimediali. Dategli un’occhiata:

Segnalo un terminale che a me personalmente piace molto: si tratta del SonyEricsson Vivaz, uno smartphone dalle spiccate capacità multimediali, pensate infatti che dispone di una fotocamera ad 8 MPixel e riprende video in 720P! Dispone di tutte le più recenti tecnologie, quindi offre wifi, bluetooth, connettività hsdpa a 7,2 mbit, gps ecc. Il processore è molto potente: 750Mhz, mentre il tallone d’achille risiede nel sistema operativo: Vivaz monta ancora Symbian S60 v.5 che oggigiorno è un Os un pò superato. Diciamo però che Sony ha lavorato molto sulla personalizzazione dell’interfaccia home ed ha rimpiazzato diverse componenti di sistema con delle versioni riadattate e più appetibili (ad es. il visualizzatore di immagini con scrolling cinetico). ecco anche il link a gsmarena in cui potete apprezzare la qualità delle foto scattate.
Vi lascio all’ottima, come al solito, recensione di Galeazzi da telefonino.net: